Chiara Cecilia Santamaria: una mostra per aiutare Medici senza Frontiere

Ispirati dal romanzo ‘Da qualche parte nel mondo’ di Chiara Cecilia Santamaria (Rizzoli), 12 artisti italiani hanno realizzato delle opere d’arte utilizzando una copia del libro come supporto. La collezione di pezzi unici sarà esposta online e in occasione di due mostre a Roma e a Londra e venduta per beneficenza: il 100% del ricavato andrà a supporto del progetto #milionidipassi di Medici Senza Frontiere per le popolazioni in fuga da guerre, disastri naturali, epidemie e povertà. La mostra romana, ospitata dal prestigioso Spazio Cerere, si terrà dal 26 al 30 Novembre – con opening giovedì 26 Novembre alle ore 18.30 in collaborazione con la Tenuta Banfi di Montalcino. L’ingresso è libero.

Book Art Project

“Da qualche parte nel mondo” è il romanzo d’esordio di Chiara Cecilia Santamaria, giornalista freelance e acclamata autrice del blog machedavvero.it dove racconta la sua vita fra Roma e Londra. Il romanzo narra le vicende di Lara, una ragazza dal passato difficile che diventerà una celebre pittrice. Dalla presenza pregnante dell’arte nel romanzo nasce l’idea del Book Art Project: attraverso la collaborazione con la curatrice Susanna Bianchini (con lo pseudonimo di sybin), l’autrice ha chiesto a dodici artisti italiani di leggere “Da qualche parte nel mondo” per poi trasformare l’oggetto-libro stesso in un’opera ispirata dal romanzo. Un progetto unico nel suo genere e ambizioso, che ha messo insieme un gruppo eterogeneo di artisti affermati ed emergenti che si esprimono principalmente con la pittura, medium bidimensionale messo in crisi dall’incalzare dei tempi moderni ma che, secondo molti, sta conoscendo una nouvelle vague.

Fra i partecipanti: Rosa e Carlotta Crepax, nipoti del celebre Guido, lo street artist Lucamaleonte, Ivano Parolini, Romina Bassu e l’artista e tatuatrice Nicoz Balboa. Il risultato è un viaggio tra le suggestioni sul personaggio di Lara, il cui “sguardo sfuggente di chi non si lascia addomesticare” sembra colpirci già attraverso le pagine del romanzo, e i luoghi, atmosfere e sentimenti in cui si muovono i personaggi, raccontati in modo violento e toccante. I pennelli non danno vita alle parole in modo didascalico come nella pittura da cavalletto: piuttosto evocano, rivisitano, tratteggiano una inedita relazione tra scrittore e lettore, fatta di immagini che hanno un corpo, un’anima. Trasformano l’oggetto-libro, già pregno di significati, in un’opera d’arte, con tutta l’ampiezza di concetti che essa porta con sé. La prima tappa della mostra si terrà a Roma dal 26 al 30 Novembre presso lo Spazio Cerere, parte del celebre polo artistico romano del Pastificio Cerere.

“Da qualche parte nel mondo – BOOK ART PROJECT” è un progetto realizzato a sostegno di Medici Senza Frontiere, la più grande organizzazione internazionale di soccorso medico umanitario, oggi impegnata in più di 60 paesi nel mondo. Sarà possibile acquistare le opere sia durante i giorni di esposizione sia, a partire dal 26 Novembre, prenotandole sul sito dedicato http://www.bookartproject.com

ARTISTI PARTECIPANTI – Nicoz Balboa, Romina Bassu, Rosa e Carlotta Crepax, Sebastiano Lo Turco, Lucamaleonte, Andrea Marcoccia, Jara Marzulli, Dario Moschetta, Ivano Parolini, Rosamaria Sbiroli, Vania Elettra Tam. Durante la mostra verrà proiettato il video “Da qualche parte nel mondo”, regia di Valerio Rufo.

LE OPERE IN MOSTRA – 

PROGRAMMA – Tutti gli eventi sono ad ingresso libero.
giovedì 26 Novembre, ore 18.30: serata di opening, ingresso libero. Interventi dell’autrice Chiara Cecilia Santamaria, della curatrice Susanna Bianchini e di un’operatrice di Medici Senza Frontiere che racconterà la sua esperienza sul campo. La Tenuta Banfi di Montalcino presenterà ed offrirà agli ospiti un aperitivo toscano accompagnato dall’ultimo vino nato in casa: il Vermentino ‘La Pettegola’.
sabato 28 Novembre, ore 16:30. BOOK ART PROJECT FOR KIDS – laboratorio artistico gratuito per bambini dai 5 ai 10 anni da cura di Work in Project. 15 piccoli artisti in erba realizzeranno libri d’artista. Avranno a disposizione un libro-oggetto da trasformare ispirandosi al titolo del romanzo “Da qualche parte nel mondo”. Posti limitati. Prenotazione obbligatoria a: info@workinproject.info. Website: http://www.workinproject.info

SPONSOR – La Tenuta Banfi di Montalcino sarà sponsor della mostra e della serata di opening, presentando il suo ultimo nato: il Vermentino ‘La Pettegola’.

L’AUTRICE – Chiara Cecilia Santamaria è una scrittrice, giornalista freelance e blogger. Ha scritto per Vanity Fair, Gioia, Cosmopolitan, Corriere, Donna Moderna. Dal 2008 è autrice di uno tra i blog personali più letti in Italia, http://www.machedavvero.it, dove racconta la sua vita fra Roma e Londra. Per Rizzoli ha pubblicato nel 2010 ‘Quello che le mamme non dicono’. ‘Da qualche parte nel mondo’ è il suo primo romanzo. Vive e lavora a Londra.

LA CURATRICE – Susanna Bianchini è storica dell’arte, curatrice e scrittrice freelance. È direttrice di SybinQ Art Projects, uno spazio nomade che promuove l’arte contemporanea attraverso la circolazione della cultura, la commissione di nuove opere in spazi inusuali e la creazione di network internazionali. A Londra, ha curato The Bay Window Project, una serie di mostre dedicate al site-specific nello spazio ristretto di una finestra, lavorando con artisti Italiani ed Internazionali. Ha scritto per “Arte e Critica” e “cura.magazine”. A Londra, ha lavorato per Gagosian, Whitechapel Gallery e la Tate. Ha inoltre collaborato con il Museo MACRO ed alcune gallerie private a Roma. Vive e lavora a Bergamo.

PER TUTTI GLI AGGIORNAMENTI, SEGUI LA PAGINA FACEBOOK DI UOZZART

Leggi anche: