Skip to content

Intervista a Francesca Provetti: “La mia arte nasce dalla bellezza”

Last Updated on

“Credo che l’arte debba innanzi tutto essere piacevole per gli occhi e regalare emozioni. Nei miei quadri rappresento ciò che colpisce la mia anima”

Francesca Provetti nasce a Milano il 5 Settembre 1990, vive a Monza dove ha il suo studio d’arte. L’amore per l’Arte l’accompagna da sempre e fin da bambina coltiva la sua grande passione per la pittura attraverso lo studio presso scuole d’arte. Stimolata anche dalla sua famiglia in cui sono presenti pittori e scultori fra i quali Teodoro Forlivesi, scultore romano del 1800. Le cui opere sono tuttora ammirabili proprio a Roma.

Francesca Provetti
Francesca Provetti

Leggi le altre interviste su Uozzart.com

Ha all’attivo diverse mostre personali e collettive. E una sua opera è stata scelta per la Chiesa Los Angeles di Buenos Aires, Argentina. È un’artista molto attenta al sociale (una sua opera è ora in mostra al ristorante vegetariano Il Margutta) e collabora con la Casa Pediatrica dell’ospedale FateBeneFratelli di Milano per il progetto “Arte come Terapia”.

Qual è stato il preciso momento in cui ti sei sentita, anche se a livello primordiale, artista?

Penso di essermi sempre sentita artista: fin da piccolina guardavo il mondo con occhi curiosi e attenti, mi incantavo osservando un bel paesaggio ma anche un semplice raggio di sole che filtrava dalla finestra. Ho poi sentito l’esigenza di rappresentare questa mia visione del mondo e così, ancora bambina, ho iniziato a disegnare e dipingere.

Da cosa (o da chi) trai spunto per la tua arte?

Dalla bellezza. Credo che l’arte debba innanzi tutto essere piacevole per gli occhi e regalare emozioni. Nei miei quadri rappresento ciò che colpisce la mia anima. Traggo spunto principalmente dal mondo naturale e associo alla mia crescita uno studio attento e costante dei grandi del passato e del presente.

Le tre opere che ti rappresentano di più e perchè.

FREE SPIRIT: in questo quadro ho cercato di esprimere la forza, l’eleganza e la determinazione del cavallo, elementi che contraddistinguono anche la mia personalità.
NOT THAT DANGEROUS: è l’opera che espongo in questa Fantastica mostra. Rappresenta un animale “feroce” in un atteggiamento dolce e docile. Oltre all’attenzione nei confronti di queste meravigliose creature, purtroppo a rischio estinzione, voglio trasmettere anche il messaggio che non ci si deve mai fermare alle apparenze.
FUTURE HORSE: un’opera nata sotto una particolare ispirazione. Qui si rivela la mia anima più spontanea ed entusiasta. Un vortice di emozioni e sentimenti espressi attraverso un’esplosione di colore, forme e dinamismo.

I prossimi progetti di Francesca Provetti?

Una mia Personale a Milano sino al 10 gennaio 2019 presso l’importante sede della Fabbrica del Vapore. Anche in questa mostra sosterrò il progetto “Arte come Terapia” della Casa Pediatrica dell’Ospedale FateBeneFratelli di Milano. Collaboro con loro dal 2017 ed è per me un grande piacere poter fare della mia arte uno strumento per aiutare chi soffre.

PER TUTTI GLI AGGIORNAMENTI, SEGUI LA PAGINA FACEBOOK DI UOZZART

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: