La “crisi epocale” dell’editoria: nel 2020 attese perdite fino a 900 milioni

Il mercato dell’editoria di varia in librerie, store online e grande distribuzione organizzata, dal primo gennaio fino al 3 maggio, registra una perdita netta di 90,3 milioni. Paralisi nei lanci dei nuovi titoli: dal 16 marzo al 3 maggio, gli editori distribuiti dai maggiori gruppi nazionali hanno congelato il 91,1% delle uscite.