Cinque grandi capolavori di Martin Scorsese, sospesi tra realtà e immaginazione

Il classico presta i suoi contenuti al nuovo ma svuotati ed esasperati nella riproduzione iper-realistica di una realtà ormai molto lontana dal principio d’unità. Parliamo di Taxi driver, Quei bravi ragazzi, Casinò, Shutter Island e The wolf of Wall Street