Skip to content

Talent Prize 2022, al Museo delle Mura una mostra per tutti i finalisti del premio internazionale

Una mostra dedicata al vincitore, ai finalisti e ai premi speciali della 15ª edizione del premio internazionale di arti visive Talent Prize al Museo delle Mura di Roma sino al 4 dicembre 2022

Una mostra dedicata al vincitore, ai finalisti e ai premi speciali della 15ª edizione del premio internazionale di arti visive Talent Prize al Museo delle Mura di Roma sino al 4 dicembre 2022. La giuria del premio ha assegnato il primo premio all’opera Defence. What do you do with your anger? un video dell’artista Simona Andrioletti, bergamasca classe 1990 che con i suoi lavori spinge le dinamiche della collaborazione, sfidando l’idea di paternità artistica, lasciando che altre persone interferiscano con il processo di creazione delle sue opere.

Le opere di Leonardo Magrelli e Gioele Pomante

Anche quest’anno, inoltre, la giuria ha voluto individuare, tra i finalisti, un secondo terzo classificato, come segno di riconoscimento per una ricerca convincente e prospettica. Si tratta di Leonardo Magrelli (secondo posto) con una serie di fotografie dal titolo West of here e di Gioele Pomante (terzo posto) con il video con affetto Gioele.

In mostra anche gli altri finalisti

In mostra anche gli altri finalisti: Marco Emmanuele con Un raggio gialloDavide Sgambaro con I push a finger into my eyes (kiss, Kick, Kiss) #4Alessandra Cecchini con Postcards are always from somewhere elseFederica Di Pietrantonio con but I keep my head above waterCatalin Pislaru con Billy’s lost booksValentina Perazzini con Quand Fabio Ranzolin con Sweat pour like applause VI.

I premi speciali

Esposti al Museo delle Mura anche i premi speciali:

– i premi speciali assegnati dal main sponsor del premio, la Fondazione Cultura e Arte: il Premio Speciale Emmanuele F.M. Emanuele conferito a Giulia Berra con l’opera Senza titolo, un lavoro che gioca sul dualismo trappola/nido: una sorta di cornucopia di legno si torce, si ritrae e protende aggressiva nello spazio, coperta di spine d’acacia come aculei di un animale pronto a rivoltarsi;

il Premio Speciale Fondazione Cultura e Arte/Sezione Internazionale andato al duo Grossi Maglioni con Beast Mother Plateau, un progetto che esamina la maternità, la relazione di cura e il suo potenziale trasformativo, traendo origine dal discorso post-femminista e antropologico, ma anche dall’esperienza diretta della maternità e dall’interazione con un gruppo di madri e bambini;

Premi a Emmanuele F.M. Emanuele, Grossi Maglioni, Giovanni Copelli, Nuvola Ravera e Teresa Giannico

il Premio Speciale Fondazione Cultura e Arte/Sezione Emergenti assegnato a Giovanni Copelli con Pescheria: partendo da un modello classico, un dipinto barocco con un mercato del pesce, l’artista compone un nuovo immaginario all’interno del quadro, di cui rimane la forma ma cambia radicalmente la sostanza, una pittura a tratti ambigua che porta in sé le tracce del processo di fusione e ibridazione che l’ha generata.

il Premio Speciale UTOPIA, assegnato a Nuvola Ravera, artista classe 1984, che ha presentato l’installazione Peeling Agency – The fun they had, composta da una serie di urne trasparenti contenenti i trucioli in gomma esito di una performance. L’azione di Nuvola Ravera consiste in uno “scrub”, effettuato da parte di un’agenzia fittizia (P.A.), delle pareti dei luoghi dell’arte, con gomme da cancellare. Una spellatura del sedimento culturale che dà vita a conserve in polvere dei mondi dell’arte;

il Premio Speciale INSIDE ART assegnato a Teresa Giannico per il lavoro You will return, you will return, l’opera è una fotografia che ritrae un volto frutto di una sovrapposizione di foto trovate sul web, attraverso una ricerca per immagini simili. Una riflessione sulla rielaborazione dell’immagine attraverso l’utilizzo delle nuove tecnologie, che richiama, solo in apparenza, un dipinto tradizionale.

La giuria

La selezione è stata elaborata dalla giuria composta da Peter Benson Miller, Direttore dei rapporti istituzionali e internazionali della Quadriennale di Roma, Anna d’Amelio Carbone, direttrice della Fondazione Memmo Arte Contemporanea, Luca Lo Pinto, Direttore del MACRO, Gianluca Marziani, curatore e critico d’arte, Anna Mattirolo, Delegato alla ricerca e ai progetti culturali speciali Scuderie del Quirinale, Renata Cristina Mazzantini, curatore Quirinale Contemporaneo, Chiara Parisi, direttrice Centre Pompidou-Metz, Cesare Pietroiusti, Presidente Palaexpo, Federica Pirani, storica dell’arte e responsabile del Servizio Mostre della Sovrintendenza Capitolina, Ludovico Pratesi, curatore e critico d’arte, Marcello Smarrelli, direttore artistico della Fondazione Ermanno Casoli, Roberta Tenconi, curatrice Pirelli Hangar Bicocca Milano e Guido Talarico, direttore ed editore di Inside Art.

Appassionato di arte, teatro, cinema, libri, spettacolo e cultura? Segui le nostre pagine FacebookTwitterGoogle News e iscriviti alla nostra newsletter

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
Ads Blocker Image Powered by Code Help Pro

Rilevato blocco annunci

La pubblicità è il motivo per cui il nostro magazine è gratuito.
Supporta Uozzart disattivando il blocco degli annunci.

OK
Powered By
Best Wordpress Adblock Detecting Plugin | CHP Adblock