Skip to content

Categoria: Architettura

Sassi di Matera, scoperte altre quattro chiese rupestri

Sassi di Matera, scoperte altre quattro chiese rupestri

Scoperte a Matera quattro chiese rupestri inedite di epoca medievale, nei rioni Sassi. Si tratta dei siti rupestri di Sant'Eugenia in via D'Addozio, San Cataldo al Lombardo in via Rosario, Sant'Andrea alla Civita e San Bartolomeo vecchia

La sapienza, Roma

Lazioantico, online 1500 anni di memoria storica

Lazioantico è una piattaforma online che abbraccia, tramite mappatura digitale, 41mila beni, 10mila oggetti e 160 edifici. I beni e i siti archeologici compresi sono riferibili al periodo tra il IX secolo a.C. e il VI secolo d.C. nel territorio laziale a sud del Tevere

Roma, in settimana riaprirà il Ponte dell'Industria

Roma, in settimana riaprirà il Ponte dell’Industria

In settimana riaprirà al traffico il Ponte dell’Industria, storicamente noto anche come Ponte di Ferro. Il transito avverrà alle stesse condizioni e nella stessa configurazione del ponte prima dell’incendio, con la sola esclusione del marciapiede danneggiato che non potrà essere utilizzato dai pedoni.

Anfiteatro Castrense, il secondo (ma sconosciuto) anfiteatro di Roma

Anfiteatro Castrense, il secondo (ma poco conosciuto) anfiteatro di Roma

L’Anfiteatro Castrense è il secondo anfiteatro romano, seppur sia per i più sconosciuto. Appartenente agli inizi del III secolo d.C. fu costruito, insieme al resto del complesso residenziale imperiale, dall’imperatore Eliogabalo. Si trova tra la Basilica di Santa Croce in Gerusalemme e le Mura Aureliane e faceva parte del Palazzo Sessoriano...

Inferno a Scuderie del Quirinale: “Una mostra per "vivere" il capolavoro di Dante". Il light designer Francesco Murano racconta le inquietudini dell’allestimento

Inferno a Scuderie del Quirinale: “Una mostra per “vivere” il capolavoro di Dante”. Il light designer Francesco Murano racconta le inquietudini dell’allestimento

A curare l’illuminazione delle opere in mostra è Francesco Murano, tra i più richiesti progettisti italiani d’illuminazione al servizio dell’arte e autore delle luci delle più importanti esposizioni in Italia. “Visitare la mostra è un modo perfetto, direi quasi unico, per “vivere” il capolavoro di Dante Alighieri. Stare per giorni e giorni tra diavoli e demoni ha inciso sul mio atteggiamento nei confronti dell’occulto”, spiega l’architetto delle luci Francesco Murano