Da donna a donna: Katia Ricciarelli tra confessioni e grandi canzoni

E’ una delle grandi donne della musica italiana. E lo sarà ancora a lungo, perché la sua voce e la sua maestria non sembra minimamente risentire del tempo che passa inesorabile. Tempo che, però, le permette di raccontarsi, di svelare qualcosa in più di sé, delle sue storie e delle sue solitudini, delle sue paure e delle sue più grandi gioie, ripercorrendo quella vita che lei stessa, con un tocco di sana autoironia, definisce melodrammatica.

foto 2 (7)

 Da “Donna a donna” è il titolo che Katia Ricciarelli, una delle voci più amate della lirica internazionale, ha scelto per la sua autobiografia, che è stato presentato ieri presso l’avveniristico Beauty Concept dell’Hair stylist Marco Gentile in viale Parioli 162. Da Katia a Violetta, protagonista della Traviata. Da Katia a Tosca, da Katia a Mimì, passando per la grande Carmen. Un dialogo che quel “demone” chiamato Lirica instaura tra la sublime interprete del “bel canto” e l’eroina cantata nel canto stesso, in un rapporto intimo e struggente, tanto intenso da fonderle e confonderle in un’unica esistenza senza apparente soluzione di continuità.

Ecco allora che la cantante ha ripercorso con la memoria la sua vita di ieri e di oggi, partendo dai ricordo delle difficoltà iniziali, dei sacrifici a cui mai ha deciso di sottrarsi pur di proseguire gli studi al conservatorio, fino ai giorni del grande successo, il palcoscenico, gli applausi di un pubblico che inebriato la acclama,i teatri, i direttori d’orchestra, i corteggiatori famosi, i grandi amori. Accanto a questo, brillanti aneddoti dai quali trapela la sua ostinata fiducia nel domani.

Un dialogo intenso, forte, ma al contempo ricco di squisita delicatezza, che ha alternato risate e momenti di grande sensibilità, chiacchiere da “salone di bellezza” a straordinarie performance dal vivo: da Granada a Caruso, senza dimenticare l’Ave Maria di Schubert. Lasciando tutti a bocca aperta. Applausi e autografi, dediche e sorrisi, per concludere la sua presentazione, la sua grande serata, tra amici, giornalisti, fotografi e fan. Per lasciare il palco alla Dj Sonia Rondini, protagonista di un DJ Set d’eccezione, che è riuscita a tenere alto il livello di una serata così piena di arte e di musica.

Leggi anche:

Tornano domani i “Cento pittori” in via Margutta
Palazzo Aeronautica: la mostra per ricordare Giuseppe Verdi
Italia Pro Nepal: artisti e imprenditori per lo speciale evento di beneficenza di lunedì
Equivalenza: profumi e bellezze per festeggiare i “100”
Arte e moda per Iuliana Mihai: arriva la nuova capsule collection

Per tutti gli aggiornamenti, segui la pagina Facebook di Uozzart