Skip to content

“Andrà tutto bene”, il nuovo film di Francesco Bruni: le riprese sono in corso a Roma

Last Updated on 09/12/2019

Dopo Livorno, la troupe di “Andrà tutto bene” approda nella capitale. Protagonista Kim Rossi Stuart, al centro di una trama che parte da un dato biografico romanzato

Lorenza Indovina, Fotinì Peluso, Kim Rossi Stuart – foto di Paolo Ciriello

Il primo ciak nella sua Livorno per poi arrivare nella capitale. Proprio in questi giorni sono in corso a Roma le riprese di Andrà tutto bene. È il nuovo film di Francesco Bruni, prodotto da Palomar con Vision Distribution. Lo sceneggiatore e regista sceglie dunque anche Livorno (Bruni è nato a Roma ma è cresciuto a Livorno, ndr) per le ambientazioni del film che parte da un dato autobiografico per poi trasformarlo in maniera romanzesca.

Leggi gli altri articoli “cinematografici” di Uozzart.com

La trama

Bruno Salvati è un regista di scarso successo, reduce dalla separazione dalla moglie Anna da cui ha avuto due figli, la ventenne Adele e il diciassettenne Tito. Dopo un malore improvviso, a Bruno viene diagnosticata una patologia che richiede l’intervento di un donatore. Tutti i suoi rapporti familiari vengono rimessi in discussione, compreso quello con suo padre Umberto, depositario di un segreto che costringerà Bruno ad affrontare un viaggio alla ricerca di qualcuno che lo possa aiutare.

Il cast

Al protagonista Kim Rossi Stuart si affiancano Lorenza Indovina, Barbara Ronchi, Giuseppe Pambieri, Raffaella Lebboroni, Nicola Nocella, Fotinì Peluso, Tancredi Galli.

Il regista

Francesco Bruni è diventato famoso come sceneggiatore per aver scritto la maggior parte delle pellicole di Paolo Virzì e di Mimmo Calopresti. Per il piccolo schermo ha curato l’adattamento dei romanzi di Andrea Camilleri nella serie di film tv del commissario Montalbano (1998-2008) e quelli di Carlo Lucarelli per Il commissario De Luca (2008). Nel 2011 esordisce alla regia con Scialla!(Stai sereno) presentato al Festival di Venezia 2011 dove vince il Premio Controcampo per i lungometraggi narrativi. Con questo film vince il David di Donatello 2012 come Miglior regista esordiente e il Nastro d’argento 2012, sempre come Miglior regista esordiente. “Andrà tutto bene” è il suo quarto film da regista.

Appassionati di arte, teatro, cinema, libri, spettacolo e cultura? Segui le nostre pagine FacebookTwitter e Google News

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: