Skip to content

Riaperture per spettacolo dal vivo e cinema: anche in zona rossa, ma con il tampone

La bozza preparata dalla Conferenza regioni prevede la ripresa delle attività anche in zone di rischio, previo ‘testing’. Ecco le novità sulle riaperture per il cinema e per lo spettacolo dal vivo…

riaperture

Al cinema con prenotazione e a un metro di distanza. Controlli per temperatura corporea, igienizzazione delle mani e posti riservati. Per le mascherine, da usare almeno fino al raggiungimento del post. Sono alcune delle linee guida per le riaperture proposte dalle Regioni per imboccare la strada del ritorno alla normalità dopo le restrizioni della pandemia Covid. Le misure dovranno essere sottoposte al parere del Cts prima di essere poi approvate dal Governo. Le misure previste nel documento prevedono anche l’applicazione nelle regioni ‘rosse’ previo ‘testing’.

Al cinema con prenotazione e a un metro di distanza

Dalle Regioni arrivano indicazioni per le riaperture di sale cinematografiche, teatri, circhi, teatri tenda, arene e spettacoli in genere, anche viaggianti. Le misure possono essere adottate – questa la premessa – anche nelle regioni ‘rosse’ “purché integrate con strategie di screening/testing”. Bisogna “riorganizzare gli spazi, per garantire l’accesso in modo ordinato, al fine di evitare assembramenti di persone e di assicurare il mantenimento di almeno 1 metro di separazione tra gli utenti, ad eccezione dei componenti dello stesso nucleo familiare o conviventi o per le persone che in base alle disposizioni vigenti non siano soggette al distanziamento interpersonale (detto aspetto afferisce alla responsabilità individuale). Se possibile organizzare percorsi separati per l’entrata e per l’uscita”.

Riaperture: temperatura corporea, igienizzazione delle mani e mai in piedi

Occorre “privilegiare, se possibile, l’accesso – si legge – tramite prenotazione e mantenere l’elenco delle presenze per un periodo di 14 giorni. Potrà essere rilevata la temperatura corporea, impedendo l’accesso in caso di temperatura ) 37,5 C. La postazione dedicata alla reception e alla cassa deve essere dotata di barriere fisiche (es. schermi); in ogni caso, favorire modalità di pagamento elettroniche. Rendere disponibili prodotti per l’igienizzazione delle mani per i clienti e per il personale anche in piu’ punti del locale, in particolare all’entrata e in prossimita’ dei servizi igienici, che dovranno essere puliti piu’ volte al giorno”. “Non è consentito assistere in piedi allo spettacolo”, si legge ancora.

Distanziamenti minimi e mascherine almeno fino al raggiungimento del posto

“Bisogna ottimizzare l’assegnazione dei posti distribuendo gli spettatori in maniera omogenea negli spazi consentiti al fine di garantire il massimo distanziamento possibile tra le persone. I posti a sedere (comprese, se consentite, postazioni prive di una seduta fisica vera e propria) dovranno prevedere un distanziamento minimo, tra uno spettatore e l’altro, sia frontalmente che lateralmente, di almeno 1 metro (con l’obbligo di utilizzo della mascherina a protezione delle vie respiratorie) o, in alternativa, di almeno 2 metri (con la facoltà di non indossare la mascherina a protezione delle vie respiratorie finché si rimane seduti al proprio posto). Tutti gli spettatori devono indossare la mascherina dall’ingresso fino al raggiungimento del posto (per i bambini valgono le norme generali) e comunque ogni qualvolta ci si allontani dallo stesso, incluso il momento del deflusso. La mascherina va indossata anche al posto a meno che non sia garantita la distanza di almeno 2 metri”.

Appassionato di arte, teatro, cinema, libri, spettacolo e cultura? Segui le nostre pagine FacebookTwitterGoogle News e iscriviti alla nostra newsletter.

1 Comment »

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: