Skip to content

Aprile in danza: 4 appuntamenti al Palladium

Last Updated on

Quattro appuntamenti all’insegna della grande danza e della ricerca artistica. Con lo sguardo volto verso l’esplorazione del corpo e dello spazio, nelle loro migliaia di sfaccettature espressive

Quattro appuntamenti all’insegna della grande danza e della ricerca artistica. Con lo sguardo volto verso l’esplorazione del corpo e dello spazio, nelle loro migliaia di sfaccettature espressive. Giunge alla quarta edizione la rassegna “Aprile in danza”, promossa dalla Fondazione Palladium Roma Tre e ideata da Luca Aversano. L’iniziativa s’inserisce nella sezione “Contemporanea” del programma del Palladium. Uno spazio che la Fondazione dedica allo spettacolo sperimentale e innovativo.

Leggi gli altri articoli sulla danza di Uozzart.com

Aprile in danza: al Palladium gli spettacoli del 5, 9, 13 e 17 aprile

Si comincia venerdì 5 aprile alle ore 20,30 con “Gli amabili resti”, pièce per 5 performer e music designer di Loris De Luna e Sara Lupoli. Uno spettacolo che racconta la storia di una famiglia, con i suoi disequilibri e i suoi ritrovamenti, le sue feste e gli abbandoni, i suoi riti concertati e gli imprevisti che li spezzano. Lo fa attraverso i corpi di cinque performer della Compagnia Körper: un tavolo, cinque sedie e l’indispensabile per apparecchiare in vista di un pasto che non sarà mai consumato, in un crescendo di ostacoli che trasformano la natura delle interazioni e il significato degli oggetti.

Spellbound_ Mysterious Engine_ Aprile in Danza
Spellbound_ Mysterious Engine_ Aprile in Danza

Martedì 9 aprile alle ore 20,30 il palcoscenico del teatro ospita una delle compagnie italiane più conosciute oltre confine. Lo Spellbound Contemporary Ballet, protagonista della “Serata Spellbound”. Un gala in cui i danzatori (Maria Cossu, Alice Colombo, Pablo Girolami, Mario Laterza, Giuliana Mele, Caterina Politi, Aurora Stretti, Giacomo Todeschi) propongono un programma misto con coreografie tutte a firma di Mauro Astolfi: Formami, Small Crime, Hunger and Grace, Man Made e infine l’inedito In the Offing. I lavori presentati sono suite e piccole creazioni che da tempo non erano in scena in un palcoscenico romano e rappresentano una sintesi delle migliori produzioni.

In arrivo Indoor e Dispositivo #1

Sabato 13 aprile alle ore 20,30 è la volta di “Indoor”, spettacolo liberamente ispirato all’opera di D.F. Wallace di e con Anna Dego e Alessandro Mor. “Indoor” è una partita giocata in due tra un tavolo, due sedie e un attaccapanni. Un uomo e una donna sono in procinto di uscire. Poi lo spazio inizia a trasformarsi, il tempo si dilata, il mondo reale sfuma in quello immaginario. Sono in gioco. L’uomo e la donna si fronteggiano, si spalleggiano, si accaniscono.

Indoor love hate
Indoor love hate

L’ultimo appuntamento con “Aprile in danza” è mercoledì 17 aprile: alle ore 20,30 va in scena “Dispositivo #1”, azione per gli allievi del secondo anno del progetto Da.Re Dance Research, un percorso triennale di perfezionamento formativo e ricerca nelle arti performative contemporanee che pongono al centro le questioni della presenza, del corpo, del movimento, della danza. I percorsi laboratoriali sono condotti da quattro protagonisti della danza contemporanea. Ossia Adriana Borriello, Michele Di Stefano, Daniele Ninarello e Silvia Rampelli.

PER TUTTI GLI AGGIORNAMENTI, SEGUI LA PAGINA FACEBOOK E TWITTER  DI UOZZART

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: