Skip to content

Libri e film a confronto – Harry Potter e la Pietra Filosofale di J.K. Rowling

Last Updated on

Un successo strepitoso ha accompagnato l’uscita nel 2001, per la regia di Chris Columbus, del film Harry Potter e la Pietra Filosofale. Non c’è da stupirsi, dato il fenomeno letterario del romanzo creato da J.K. Rowling. Il film può essere considerato una fedele trasposizione?

Harry Potter e la Pietra Filosofale
Harry Potter e la Pietra Filosofale

I libri di Harry Potter, ideati da J.K. Rowling, hanno riscosso un successo mondiale. Le avventure del piccolo mago sono suddivise in sette volumi: ogni libro racconta un anno trascorso nella Scuola di Magia e Stregoneria di Hogwarts. Non è una sorpresa, considerato l’enorme successo, che siano stati realizzati dei film, uno per ogni libro, tranne l’ultimo romanzo Harry Potter e i Doni della Morte che è stato suddiviso in due film. Nel 2001 viene realizzata la trasposizione cinematografica del primo romanzo Harry Potter e la Pietra Filosofale.

Leggi gli altri articoli della rubrica “Libri e film a confronto” di Uozzart.com

La trama del libro Harry Potter e la Pietra Filosofale

Nel primo romanzo della saga, incontriamo Harry che sta per compiere 11 anni. È orfano ed è costretto a vivere con i terribili zii e il dispettoso cugino. La sua vita cambia radicalmente quando scopre di essere un mago ricevendo una lettera che gli permette di entrare a far parte della Scuola di Magia e Stregoneria di Hogwarts. Qui incontra quelli che diventeranno i suoi migliori amici: Ron Weasley ed Hermione Granger. Harry è coraggioso e lo dimostra affrontando delle sfide e scoprendo il mistero della Pietra Filosofale, sempre aiutato dai suoi amici, che si rivelano degli alleati preziosi. Inoltre affronta Lord Voldermort, il suo peggior nemico, colpevole di aver ucciso i suoi genitori dieci anni prima. Questo romanzo ci introduce nel mondo della magia creato da J.K. Rowling, formato da straordinari personaggi, e ci anticipa dei misteri che verranno svelati nei libri successivi.

Il film Harry Potter e la Pietra Filosofale con Daniel Radcliffe, Rupert Grint ed Emma Watson

Il film è uscito nel 2001 per la regia di Chris Columbus. Nei ruoli di Harry, Ron ed Hermione troviamo Daniel Radcliffe, Rupert Grint ed Emma Watson. Per gli altri personaggi abbiamo tutti attori rigorosamente anglosassoni come Robbie Coltrane, Richard Harris (che muore nel 2002 e viene sostituito, a partire dal terzo film della saga, da Michael Gambon), Alan Rickman, Maggie Smith e Julie Walters. Il film rimane abbastanza fedele all’originale cartaceo. Ha eliminato dei personaggi, come Pix il Poltergeist, ed ha snellito alcune situazioni. Ad esempio, da quando Harry incontra Hagrid, il Custode delle Chiavi ad Hogwarts, che gli svela le sue vere origini, fino alla partenza per Hogwarts, nel film sembra che siano trascorsi un paio di giorni mentre nel libro passa circa un mese ed Harry nel frattempo torna a vivere con gli zii. Sono loro che lo accompagnano alla stazione a prendere il treno e non Hagrid. Lo stesso accade quando Harry, Ron ed Hermione devono affrontare delle sfide per fermare chi vuole rubare la Pietra Filosofale: cambia qualche dinamica e manca la prova dell’insegnante di Pozioni.

Possiamo considerarla una fedele trasposizione?

Il film può essere considerato una trasposizione abbastanza fedele. Bisogna riconoscere la volontà dello sceneggiatore Steve Kloves nell’aver mantenuto molte situazioni del libro, magari semplificando qualche passaggio. Si può giudicare un prodotto piacevole, che potrebbe non contrariare i puristi del romanzo. Potendo in qualche modo escludere il secondo lungometraggio della saga, Harry Potter e la Camera dei Segreti, gli unici diretti da Chris Columbus, gli altri film purtroppo non rispettano completamente quanto accade nell’omonimo romanzo.

Appassionati di arte, teatro, cinema, libri, spettacolo e cultura? Seguite le nostre pagine FacebookTwitter e Google News

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: