Skip to content

Tag: Turismo

Castiglione, il borgo castello abbandonato da 600 anni

Castiglione, il borgo castello abbandonato da 600 anni

In posizione isolata e dominante nel Parco dei Monti Lucretili, di fronte a Palombara Sabina (RM), sorge il borgo fortificato di Castiglione. La sua costruzione risale a un periodo dell'Alto Medioevo compreso tra l'870 e il 920 d.C. e risulta abbandonato già dai primi anni del 1400...

Camerata Vecchia, il borgo abbandonato dall’incendio del 1859

Abitato fino al 1859, il paese di Camerata Vecchia, a settanta km da Roma, venne improvvisamente distrutto il 9 gennaio a causa di un improvviso e violento incendio. I paesani sopravvissuti si rifugiano nella vicina Chiesa della Madonna delle Grazie, scampata al fuoco…

Garavaglia, “Riaprire per non chiudere più”: le linee programmatiche del dicastero del Turismo

Turismo: pubblicate sul sito del Ministero le procedure per i ristori

Il Ministero del Turismo ha pubblicato gli avvisi pubblici per partecipare alle  procedure di erogazione dei ristori a favore di agenzie e tour operator, esercenti attività di impianti di risalita a fune, svolte nei comuni ubicati all’interno dei comprensori sciistici, enti gestori a fini turistici di siti speleologici e grotte, agenzie di animazione per feste e villaggi turistici.

turismo, coronavirus, green pass, tamponi e quarantena

Green Pass e vaccini, al vaglio nuovo decreto: cosa cambierà da domani

Cosa cambierà probabilmente con la cabina di regia di domani. Innanzitutto si andrà in zona gialla con un'occupazione delle terapie intensive superiore al 5% dei posti letto a disposizione. Molto probabile l'utilizzo esteso del green pass non solo per matrimoni ed eventi, ma anche per aerei, treni, navi a lunga percorrenza, cinema, teatri, concerti, piscine e palestre.

Cipro, mare, spiagge - Courtesy of VisitCyprus

Confturismo, un italiano su tre probabilmente non partirà per le vacanze

Sono oltre 15 milioni gli italiani pronti a partire per le vacanze, ma 10 milioni restano ancora indecisi. Aumenta la propensione a ridurre la lunghezza della vacanza principale rispetto a quanto dichiarato un mese fa. Resta alta al 38%, addirittura più del 29% registrato a maggio, la quota di coloro che preferiscono non fare vacanze per il rischio pandemico.