Visage en pose: i ritratti di Roberto di Costanzo conquistano Parigi

 

Più di cinquanta ritratti immaginari per raccontare stati d’animo e suggestioni, sogni e malinconie, in un delizioso salotto borghese di fine Ottocento. La mostra “Visage en pose. Ritratti tra Roma e Parigi”, dal 3 al 12 dicembre nella splendida Galerie Valence, situata nello splendido Passage Verdeau di Drout, Parigi, esporrà la collezione di ritratti ad inchiostro di china dell’ artista romano Roberto Di Costanzo.

Ritrattista, illustratore, carnettista, tra Roma e Parigi, allievo del Maestro Piero Tosi, Di Costanzo indaga corpi ed architettura con la stessa premura dei vedutisti arrivati a Roma per il Gran Tour o come i ritrattisti della Parigi “fin de siecle”. Tra i rossi scarlatti dei parati saranno esposte le opere che l’artista ha realizzato tra Roma e Parigi negli ultimi anni.

Leggi anche: Da Roma a Parigi, il tour artistico di Roberto di Costanzo

“Credo che, oggi più che mai, nella contraddizione emozionale dei nostri giorni e nel grande sbandamento dell’ arte figurativa sono fiero di raccontare il corpo, i suoi segni, i suoi dolori e i suoi pregi con la  cura di un artigiano e la temperanza di un amanuense – dichiara Roberto di Costanzo – Un richiamo al mestiere di un tempo, pregiato e nostalgico come quello del ritrattista contemporaneo”.

Nei suoi incisivi ritratti emerge evidente la ricerca dell’espressione interiore e dello studio anatomico, attraverso una rete di segni e virtuosismi grafici. Centinaia di sguardi che accolgono l’osservatore in una calda “mise en scene” su parete, a ricordo di quel vivace collezionismo ottocentesco. L’ esposizione ha avuto un grande successo nel suo primo debutto romano presso la Galleria “28 Piazza di Pietra” di Francesca Anfosso, proprio nell’omonima piazza su cui sorge il tempio di Adriano in prossimità del Pantheon.

Leggi anche: “La ricerca della bellezza è il mio bisogno primario”

LA GALLERIA – Le influenze della galleria parigina Valence sono da registrarsi nelle decorazioni che hanno segnato la fine del 1700 con melange di oggetti d’arte decò e contemporanei. Il Gallerista Pierre de Valence colleziona ed arreda la galleria come una dimora di famiglia con una ricerca d’ eccellenza del gusto francese,ed una tradizione di oggetti che incarnano la tradizione delle arti decorative europee. Il tutto per risvegliare la passione di raffinati collezionisti francesi ed europei.

galerie valence 2

INFO – Info su http://www.robertodicostanzo.it. Il video della mostra : https://www.youtube.com/watch?v=7t-70ucC_2g

L’ARTISTA – Roberto Di Costanzo è ritrattista illustratore, pittore e docente di storia del costume e disegno dal vero. Dopo l’ Accademia di Belle Arti di Roma indirizzo scenografia teatrale, spinto dal grande amore per il cinema, accede al Centro Sperimentale di Cinematografia di Roma, dove seguito dal Maestro costumista Piero Tosi, suo mentore,si diploma in scenografia, costume ed arredamento per il cinema. Contemporaneamente cresce l’ interesse per l’ illustrazione che lo porterà a lavorare su progetti editoriali di rilievo in Italia e Francia.

Leggi anche: “Accademia e l’Eros”, l’intesa mostra sul nudo artistico

Dopo numerose mostre personali personali in Italia, su invito del Maestro Pierre Cardin espone presso l’Espace Cardin a Parigi, presentandosi al pubblico francese nella veste di illustratore e ritrattista. A queste seguiranno le esposizioni presso la Casa dell’ Architettura di Roma, l’Istituto di cultura francese (Centre Saint Louis) e il successo della mostra “Sotto casa di Federico”, tributo a Federico Fellini, in via Margutta. Dopo la mostra “Accademia e l’ Eros” nella splendida via Giulia, Di Costanzo continua il suo percorso espositivo nel cuore della capitale. Attualmente è docente di storia del costume presso l’Accademia del Lusso di Roma e l’Accademia Italiana. Conduce inoltre seminari di disegno e pittura.

PER TUTTI GLI AGGIORNAMENTI, SEGUI LA PAGINA FACEBOOK DI UOZZART

Leggi anche: