Skip to content

“L’arte sotto i piedi” di Livia Selli

Last Updated on

Di Lucia Quadrini

Si inaugura stasera, alle ore 19, presso Contatto Gallery la personale della fotografa Livia Selli “L’arte sotto i piedi”

Dopo la personale di Buenos Aires presso il Centro Cultural Borges, approda a Roma il lavoro della fotografa Livia Selli.  La Contatto Gallery presenterà una selezione di 18 fotografie in un evento in cui l’artista racconterà la nascita e lo sviluppo di questo progetto. L’inaugurazione di “L’arte sotto i piedi” è prevista per stasera, alle ore 19, presso Contatto Gallery.

La fotografia di Livia Selli

La fotografia per scrutare “petites choses”, passeggiando guardando per terra, piccoli frammenti della vita quotidiana che ricomposti rivivono agli occhi dell’artista e rinascono. Diventando un libro da sfogliare. Non c’è un autore, ma tanti autori sconosciuti, noi nel nostro camminare quotidiano.
Livia Selli mentre lavorava a Parigi come stilista di alta moda, passeggiando, guardando per terra, comincia a fotografare oggetti insignificanti, lasciati ancora lì in strada, piccole cose schiacciate, ammucchiate, “detriti” sull’asfalto. Sotto un marciapiede “petites choses” con nessuna relazione con l’arte, frammenti che attraverso la fotografia di Livia Selli ci vengono presentati come simboli perenni del nostro percorso di vita.

“I nostri occhi sono sempre rivolti verso l’alto – spiega Livia – Il cielo, i palazzi, i monumenti, i tetti. Non guardiamo mai sotto i nostri piedi, dove invece esiste un universo di piccoli oggetti che parlano di noi e delle nostre città. Ogni oggetto ritrovato sull’asfalto ha la sua storia vera o immaginaria. Frammenti di vita che noi possiamo raccontare. È l’anima di un cammino dove ogni oggetto o forma abbandonata sulla strada è una piccola opera d’arte di un autore sconosciuto.”

Leggi gli altri articoli “fotografici” di Uozzart.com

Chi è Livia Selli

Livia Selli, vicentina, classe ‘75, fin da piccola ha coltivato due grandi passioni: la moda e l’archeologia. Si è laureata in Scienze Pedagogiche e dopo un master in ArtiTerapie, per 15 anni si occupa di Autismo e Alzheimer. Nel 2015 si laurea in Fashion Stylist, lascia la Pedagogia e inizia la sua carriera nella moda a Parigi, dove si formerà sia professionalmente che artisticamente.

Inizia a frequentare gallerie d’arte e di fotografia. Incuriosita dalla natura umana mette a frutto i suoi studi universitari di Antropologia e inizia a fotografare oggetti perduti, dimenticati o gettati dalla gente sui marciapiedi di Parigi. Frammenti di vita che improvvisamente diventano oggetti d’arte: “L’arte sotto i piedi”. Una ricerca che la porterà in Argentina, dove esporrà al Centro Culturale Borges di Buenos Aires, insieme all’artista Cecilia Carini. Oggi a Roma, tra arte e moda, si dedica al suo blog www.pinkmarble.it

PER TUTTI GLI AGGIORNAMENTI, SEGUI LA PAGINA FACEBOOK DI UOZZART

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: