Skip to content

A lezione di ikebana, il video di Silvana Mattei e le origini di quest’arte

Tenuta in occasione della mostra “Geisha, l’arte, la persona”, il Museo delle Civiltà ripropone una lezione di ikebana, l’arte giapponese di disporre i fiori secondo i ritmi e le forme della natura. Ma in cosa consiste questa affascinante arte?

ikebana
ikebana

Tenuta in occasione della mostra “Geisha, l’arte, la persona”, il Museo delle Civiltà ripropone sul suo canale video la lezione di ikebana, l’arte giapponese di disporre i fiori secondo i ritmi e le forme della natura. A cura di Silvana Mattei

In cosa consiste l’arte dell’Ikebana

Ikebana è un termine giapponese che si riferisce all’arte della disposizione dei fiori recisi, anche nota con il nome più desueto di kadō. La traduzione letterale della parola ikebana è “fiori viventi”, “portare il fiore alla vita”, ma l’arte dei fiori può essere anche indicata come kadō, cioè “via dei fiori”, intendendo cammino di elevazione spirituale secondo i principi dello Zen.

Le origini di quest’arte risalgono al VI secolo d.C., al periodo in cui il buddhismo, attraverso la Cina e la Corea, penetrò nell’arcipelago nipponico introducendovi, fra le altre, l’usanza delle offerte floreali votive. In origine l’arte dei fiori era praticata solamente da nobili e monaci buddhisti, le classi elevate del Giappone; solo molto più tardi si diffuse in tutti i ceti, diventando popolare con il nome di Ikebana.

Il primo stile, piuttosto elaborato, fu il Rikka, che nella composizione comprendeva la presenza di sette elementi: i tre rami principali e i quattro secondari. In seguito fu elaborato uno stile più semplice, il Nageire, al quale seguì il Seika, un Rikka semplificato, meno austero del Nageire. In epoca moderna ogni scuola adottò un proprio stile personale e si cominciarono ad usare anche vasi bassi dal bordo poco elevato, e sassi, rami secchi ed altri materiali naturali.

Appassionati di arte, teatro, cinema, libri, spettacolo e cultura? Segui le nostre pagine Facebook, Twitter e Google News

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: