Skip to content

Canditi al Veleno, le donne anni Trenta e Cinquanta secondo Demetrio Di Grado

Presso Rosso20sette arte contemporanea la nuova personale di Demetrio Di Grado, street artist siciliano e collagista impegnato da anni in una ricerca stilistica che racconta il presente attraverso un’iconografia, frutto di un lavoro attento sulle immagini analogiche degli anni Trenta e Cinquanta del suo archivio di riviste e libri dell’epoca. 

Inaugurerà sabato 5 dicembre 2020, presso la galleria Rosso20sette arte contemporanea, la mostra Canditi al Veleno di Demetrio Di Grado. Lo street artist e collagista siciliano è impegnato da anni in una ricerca stilistica che racconta il presente attraverso un’iconografia, ormai riconoscibile come sua cifra artistica e che. Questa è il frutto di un lavoro attento sulle immagini analogiche degli anni Trenta e Cinquanta del suo archivio di riviste e libri dell’epoca.

Leggi su Uozzart.com le altre mostre in corso a Roma

Un intenso processo di analisi interiore che lo ha portato a declinare molti dei suoi lavori su tematiche complesse a volte drammatiche

L’artista è reduce da un autunno ricco di soddisfazioni. Dalla partecipazione come uno degli 8 artisti chiamati a realizzare l’“overture” della mostra di Bansky a Palermo alle vetrine d’autore presso Bisso Bistrot. Fino ad arrivare alla pubblicazione del libro a lui dedicato che racconta i 20 anni di carriera. Nell’ultimo anno la produzione dei collage di Di Grado si confronta con un intenso processo di analisi interiore che lo ha portato a declinare molti dei suoi lavori su tematiche complesse a volte drammatiche, senza tralasciarne però quell’aspetto ironico che caratterizza ogni sua opera.

Un corto circuito nell’immaginario e nella coscienza

“Nella serie, dal titolo amaro e grottesco, Canditi al Veleno – scrive il curatore Francesco Piazza – Di Grado rievoca un’atmosfera, quella degli anni ’50, in cui la donna moglie premurosa, madre attenta, padrona di casa impeccabile, emerge sorridente e racconta di sé circondandosi di elementi rassicuranti e a volte fiabeschi: fiori, tessuti, ali d’angelo, corone regali. Egli manipola quelle immagini e le stravolge, sovvertendo e ricostruendone lo stereotipo, spegnendo quell’aura di perfezione da cui era avvolta e ricreando le ossessioni e le paure dell’universo femminile contemporaneo, fino a provocare, ancora una volta, un corto circuito nell’immaginario e nella coscienza. Una calma ed una soavità che viene interrotta bruscamente dalla consapevolezza di una vita solo all’apparenza dorata ma ricca di quelle contraddizioni e amarezze proprie del nostro tempo”.

Le foto delle opere

Info, date e orari

Luogo: Rosso20sette arte contemporanea
Indirizzo: Via del Sudario 39 – Roma
Apertura: 5 dicembre 2020 ore 11.00 – 20.00. Ingresso contingentato e obbligatoria la mascherina.
Date: fino al 23 gennaio 2020.
Orari: dal martedì al sabato 11.00 – 19.30. Domenica su appuntamento.

Appassionati di arte, teatro, cinema, libri, spettacolo e cultura? Seguite le nostre pagine FacebookTwitter e Google News

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: