Skip to content

Il Boresta che non ti aspetti, da gennaio a Roma sei mostre per sei mesi

Partirà il 7 gennaio il nuovo progetto espositivo dello spazio Micro Arti Visive di Roma, “Il Boresta che non ti aspetti”. Sei episodi che ripercorreranno con taglio antologico, sino al 31 giugno 2021, a cura di Raffaele Gavarro, l’intero cammino dell’artista Pino Boresta.

Partirà il 7 gennaio il nuovo progetto espositivo dello spazio Micro Arti Visive di Roma, “Il Boresta che non ti aspetti”. Sei episodi che ripercorreranno nell’arco di sei mesi, sino al 31 giugno 2021, la vicenda artistica “dell’outsider tra gli outsider”, come lo stesso Pino Boresta ironicamente si autodefinisce. Il ciclo di mostre, a cura del critico e curatore Raffaele Gavarro, ripercorrerà con taglio antologico l’intero cammino dell’artista.

Leggi su Uozzart.com le altre mostre in corso a Roma

Le opere in mostra

Difficile confinare il lavoro di Boresta in un genere ben preciso, avendo spaziato senza soluzione di continuità e con feroce ironia dalla pittura alla fotografia, dall’arte pubblica alla performance. Spinto da un reale bisogno di contaminarsi con linguaggi differenti e spesso inconsueti, Boresta ha accumulato negli anni una quantità di opere e materiali a dir poco sorprendente.

S’inizia dai tovaglioli dipinti a Londra, “Fronte retro” del 1988, a seguire le azioni di contaminazione artistica dei “Residui corporei” del 1996. Passando per i “Testamenti” del 2003, si ritorna poi a lavori più vecchi del 1995 i “R.A.U. Reperti Arteologici Urbani”. E quindi al suo più conosciuto lavoro di arte urbana, la Sticker Art, che comincia nel 1994 con “C.U.S. – Cerca ed Usa La Smorfia”, nel quale la sua faccia-logo è appiccicata nei punti meno prevedibili delle vie delle città. Per concludere con “La collezione” le opere degli amici dell’artista.

Un progetto espositivo lungo sei mesi

Ogni episodio vedrà quindi affianco all’esposizione delle opere, la presenza di oggetti personali dell’artista: agende, fotografie, documenti e cimeli vari.In occasione del Boresta a servizio, sarà esposta anche la divisa da cameriere con la quale serviva ai tavoli dei ristoranti londinesi. Per ogni episodio sarà inoltre invitato ad esporre nell’ultima settimana un artista scelto da Boresta per affinità elettiva, stima, amicizia, condivisione della ricerca.
I primi due artisti invitati saranno a gennaio Flavio Favelli e a febbraio Salvatore Falci. Un web site curato da Paola Valori arricchirà la mostra con video, interviste e talk in diretta, uno spazio virtuale complementare e strettamente connesso alla mostra.

Il calendario dei sei episodi

Dal 7 gennaio al 7 febbraio: Boresta a servizio. Artista invitato: Flavio Favelli. Dal 1 al 7 febbraio. 9 febbraio – 10 marzo 2021: Il corpo di Boresta. Artista invitato: Salvatore Falci. 11 marzo al 6 aprile 2021: Il testamento di Boresta. Dal 7 aprile al 6 maggio 2021: Rifiutindagine di Boresta. 7 maggio – 7 giugno 2021: La strada di Boresta. Dal 9 giugno al 31 giugno, Gli amici di Boresta.

Date, indirizzo e orari

Date: dal 7 Gennaio 2021 al 30 novembre 2021
Indirizzo: Viale Mazzini 1, Roma.
Orari: da lunedì a venerdì dalle 15.00 alle 19.00. Sabato e domenica chiuso.

Appassionati di arte, teatro, cinema, architettura, libri, spettacolo e cultura? Seguite le nostre pagine FacebookTwitter e Google News

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: