Skip to content

Arriva a Castelnuovo di Porto, dal 23 al 25 maggio, il Festival dell’Umanità

Last Updated on 02/04/2020

Arriva a Castelnuovo di Porto, da giovedì 23 a sabato 25 maggio, la prima edizione del Festival dell’Umanità

Castelnuovo di Porto
Castelnuovo di Porto

Arriva a Castelnuovo di Porto, da giovedì 23 a sabato 25 maggio, la prima edizione del Festival dell’Umanità, dedicato alla riflessione sul tema dell’attuale modello di sviluppo sulla Terra, non solo sotto l’aspetto della sostenibilità ambientale, economica e sociale, ma soprattutto dal punto di vista della condizione umana.

Gli eventi del Festival dell’Umanità, dal 23 al 25 maggio, a Castelnuovo di Porto

 Castelnuovo di Porto, graziosa cittadina sulla via Flaminia alle porte di Roma, aprirà il suo centro storico dedicando le sue piazze ai 5 continenti, e creando un percorso in cui sarà possibile avvicinarsi alle diverse culture che popolano il nostro Pianeta, attraverso attività ludiche, giochi e cibo delle varie tradizioni.

Nei tre giorni del festival diverse le attività che coinvolgeranno adulti e bambini. Come visite guidate, workshop, laboratori didattici, spettacoli teatrali e musicali, incontri e dibattiti. L’appuntamento è dedicato a Paolo Dieci, punto di riferimento per la cooperazione internazionale, vittima del disastro aereo in Etiopia dello scorso 10 marzo.

Leggi gli altri articoli “ambientalistici” di Uozzart.com

Gli obiettivi dell’iniziativa

Obiettivo dell’iniziativa è affrontare le strategie per la sostenibilità fissate nell’Agenda Globale per lo sviluppo sostenibile approvata dalle Nazioni Unite il 25 settembre 2015, a cui anche l’Italia è chiamata a concorrere, con un approccio che riparta dal nostro tratto comune di uomini, quale presupposto universale che identifica ognuno di noi, ci rende simili, assomiglianti, vicini, solidali, uniti. Insomma umani.

Tre in particolare i punti dell’Agenda Globale al centro del Festival:ridurre le disuguaglianze economiche globali; combattere il cambiamento climatico e il suo impatto; promuovere società pacifiche e più inclusive. Su questi tre punti interverranno diversi esperti rappresentanti delle ONG, delle autorità locali e personaggi politici.

Gli Enti Locali devono dare il proprio contributo in termini di idee e di azione, stimolando la partecipazione della rete dell’associazionismo territoriale, della società civile, del volontariato e delle scuole e della politica in senso ampio. Castelnuovo di Porto è impegnato a fare la sua parte” afferma Riccardo Travaglini, Sindaco di Castelnuovo di Porto.

Un ponte con la Norvegia

E’ inoltre previsto un collegamento via Skype con la base Artica “Dirigibile Italia” di Ny-Alesund nelle Isole Svalbard, in Norvegia, per un filo diretto con i ricercatori italiani del CNR impegnati nella rilevazione dei segnali di cambiamento dei fenomeni climatici globali. La base si trova nel punto dal quale 90 anni fa partì il velivolo del comandante Umberto Nobile, al quale è intitolata la stazione di ricerca per la sua missione nel Polo Nord.

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: