Skip to content

Palazzo Caffarelli inaugura con la mostra “The Torlonia Marbles”

Dal 25 marzo 2020 al 10 gennaio 2021 una grande mostra per la nuova sede espositiva dei Musei Capitolini di Roma: Palazzo Caffarelli inaugura con “The Torlonia Marbles, collecting masterpieces”

The Torlonia Marbles a Palazzo Caffarelli
The Torlonia Marbles a Palazzo Caffarelli

Dal 25 marzo 2020 al 10 gennaio 2021 una grande mostra per la nuova sede espositiva dei Musei Capitolini di Roma Capitale: Palazzo Caffarelli inaugura con l’esposizione “The Torlonia Marbles, collecting masterpieces”, curata da Salvatore Settis e Carlo Gasparri.

Scopri le mostre di Roma su Uozzart.com

Le opere in mostra

The Torlonia Marbles. Collecting Masterpieces espone novantasei eccezionali marmi della collezione Torlonia. La scelta della sede è legata al tema del percorso espositivo, incentrato sulla storia del collezionismo, in cui la vicenda del Museo Torlonia alla Lungara, che conta 620 pezzi catalogati, si inserisce con eccezionale rilevanza. La raccolta è infatti l’esito di una lunga serie di acquisizioni e di alcuni significativi spostamenti di sculture fra le varie residenze della famiglia.

Marmi come riflesso di un processo culturale di fondamentale importanza

I marmi Torlonia costituiscono uno spaccato altamente rappresentativo e privilegiato della storia del collezionismo di antichità in Roma dal XV al XIX secolo. Le sculture in mostra non sono solo insigni esempi di scultura antica (busti, rilievi, statue, sarcofagi ed elementi decorativi). Ma anche il riflesso di un processo culturale – gli inizi del collezionismo di antichità e il passaggio dalla collezione al Museo – di fondamentale importanza. Un processo in cui Roma e l’Italia hanno avuto un primato incontestabile.

L’allestimento di David Chipperfield Architects Milano e il contributo di Bvlgari

La mostra ripercorre il formarsi della raccolta Torlonia, e l’ultima delle sue cinque sezioni si lega in modo eloquente all’adiacente esedra dei bronzi e del Marco Aurelio nei Musei Capitolini, evidenziando il nesso fra gli inizi del collezionismo privato di antichità e il significato della donazione dei bronzi del Laterano al Comune da parte di Sisto IV nel 1471.

Il progetto di allestimento della mostra è di David Chipperfield Architects Milano, mentre l’immagine coordinata è dello studio Leonardo Sonnoli. Le sculture esposte in mostra sono restaurate grazie al contributo di Bvlgari.

Appassionati di arte, teatro, cinema, architettura, libri, spettacolo e cultura? Segui le nostre pagine Facebook, Twitter e Google News

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: