Skip to content

La commedia divina secondo Gerardo Marazzi, una personale a Trastevere

Si aprirà venerdì 17 gennaio, presso la Galleria Spazio 40 di Roma, la personale dell’artista Gerardo Marazzi dal titolo La Commedia Divina. La mostra intende reinterpretare, in chiave contemporanea, il percorso del sommo poeta

Si aprirà venerdì 17 gennaio, presso la Galleria Spazio 40 di Roma, la personale dell’artista Gerardo Marazzi dal titolo La Commedia Divina. La mostra, che si terrà sino al 26 gennaio, presenta 33 opere + 1. Chiaro riferimento ai numeri danteschi. Si tratta dell’ultima produzione dell’artista, che reinterpreta in chiave contemporanea il percorso del sommo poeta. A cura di Tina Loiodice, che ha firmato anche il testo di presentazione dal titolo “Verso la luce”.

Le opere in mostra

Marazzi, ispirandosi liberamente alla Divina Commedia, reinterpreta in chiave contemporanea il percorso del sommo poeta. Denunciando con il suo gesto artistico e in maniera fortemente critica le scelte politiche, sociali ed economiche operate dagli esseri umani in questi ultimi anni. Scelte che pongono a serio rischio la sopravvivenza del genere umano su questo pianeta.

Il messaggio esoterico di Dante Aligheri

La Divina Commedia si cela sapientemente al comune lettore, ma si rivela in tutta la sua magnificenza a chi ha raggiunto un livello spirituale “adulto” senza dimenticare di prendere per mano l’adepto che intraprende il percorso verso la Luce. E’ noto che Dante faceva parte di un ordine segreto iniziatico “I Fedeli d’Amore” insieme a molti altri poeti e scrittori del Dolce Stil Novo. Carica di simboli e frasi criptate, La Divina Commedia è la guida esoterica che indica la strada verso la Luce. Tale messaggio esoterico è per Marazzi lo spunto per rappresentare, attraverso le sue opere, la sua amara denuncia ad un sistema corrotto, malato, a tutta l’umanità e ad ognuno di noi.

Scopri le mostre di Roma su Uozzart.com

Il percorso espositivo, dall’Inferno al Paradiso


Sono 33 opere, come i canti che compongono ognuna delle tre Cantiche della Divina Commedia e come gli anni del Cristo Redentore. Marazzi, moderno Dante, ci porta nel suo percorso rispettando la stessa sequenza del testo dantesco, dal buio degli inferi e passando per il Purgatorio, ci conduce verso il Paradiso e la Luce.

L’artista, con tutta la forza di cui è capace, tramite il suo gesto artistico sferra palesemente la sua aspra critica verso l’umanità e le figure cardine che la rappresentano. Il bisogno dello spirituale e della sua Luce è chiaramente presente nell’opera dal titolo “La salita”, in cui ritroviamo tutto il processo creativo, le motivazioni nonché la sintesi dell’intera mostra: le maschere infernali risalgono e mutano in un processo di purificazione e ascesi, cercando di raggiungere un candido uovo, simbolo della resurrezione.

Orari, costi e indirizzo

Luogo: Spazio 40 Galleria d’Arte, Trastevere.
Indirizzo: via dell’Arco di San Calisto 40, Roma.
Curatrice: Tina Loiodice.
Date: dal 17 gennaio al 26 gennaio 2020.
Orari: dalle 12 alle 20. Mercoledì chiuso.
Ingresso: libero.

Appassionati di arte, teatro, cinema, architettura, libri, spettacolo e cultura? Segui le nostre pagine Facebook, Twitter e Google News

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: