Skip to content

Il Teatro Quirino compie 150 anni: tutti gli spettacoli della stagione 2020/2021

Si partirà a dicembre, nella speranza che l’emergenza sanitaria da Covid-19 sia un ricordo, con Il malato immaginario di Molière. Tra i protagonisti del cartellone, Emilio Solfrizzi, Mariangela D’Abbraccio e Daniele Pecci, Vanessa Gravina, Maurizio Micheli, Paola Barale, Alessandro Haber e Gabriele Lavia…

Il Teatro Quirino compie centocinquant’anni. E inizia a festeggiare, anticipando tutti, presentando il cartellone per la stagione 2020-2021, illustrato dai direttori artistici Geppy Gleijeses e Guglielmo Ferro. Ma si ricomincerà tardi: la partenza è prevista per il 22 dicembre, “quando, ci auguriamo, le rianimazioni saranno inoperose e tutti gli “attualmente positivi” saranno “finalmente negativi””, commentano. Il titolo di debutto, coincidenza?, sarà Il malato immaginario di Molière. Con Emilio Solfrizzi e la regia di Guglielmo Ferro.

Un tram che si chiama desiderio, Servo di scena e Se devi dire una bugia dilla grossa

Dal 12 al 17 gennaio arriva Un tram che si chiama desiderio di Tennessee, con Mariangela D’Abbraccio e Daniele Pecci protagonisti. Dal 2 al 7 febbraio, invece, Tartufo di Molière, con Giuseppe Cederna, Vanessa Gravina, Roberto Valerio, che cura anche la regia. Ci sarà anche Maurizio Micheli, che, con Geppy Gleijeses e Lucia Poli sarà protagonista di Servo di scena di Ronald Harwood, dal 2 al 14 marzo.

Arriverà dopo il cult Se devi dire una bugia dilla grossa, di Ray Cooney, con la regia originale di Pietro Garinei e la messa in scena di Luigi Russo. Sul palco ci saranno Antonio Catania, Ninì Salerno, Gianluca Ramazzotti, Paola Quattrini e Paola Barale. Dal 16 al 28 marzo.

Processo a Gesù, Morte di un commesso viaggiatore, Le leggi della gravità

Al Quirino arriverà quindi il Processo a Gesù, di Diego Fabbri, dal 30 marzo al 4 aprile, che vedrà protagonisti Paolo Bonacelli e Marilù Prati per la regia di Gleijeses. Invece Alessandro Haber si cimenterà nel ruolo di Willy Loman in Morte di un commesso viaggiatore di Arthur Miller, per la regia di Leo Muscato, dal 20 aprile al 2 maggio. Gabriele Lavia, invece, tornerà con un nuovo lavoro, dall’11 al 23 maggio, Le leggi della gravità, tratto dal romanzo di Jean Teulé, “Le lois de la gravité”. A conclusione della stagione, dal 25 al 30 maggio, Musicanti, Pino Daniele in musical, regia di Maurizio Casagrande.

“Come dicevamo il Quirino compie centocinquant’anni, e noi, con tanti sacrifici e rinnovellato entusiasmo ne celebriamo degnamente il compleanno. Siamo il secondo teatro privato d’Italia per numero di abbonati (il primo è il Diana di Napoli), e se siamo riusciti a fidelizzare in questa misura il nostro pubblico, crediamo di averlo meritato. Celebreremo questa ricorrenza con un volume, una mostra e una festa. Lo faremo in semplicità e con orgoglio di appartenenza, come sempre”, dichiarano Geppy Gleijeses e Guglielmo Ferro.

Appassionati di arte, teatro, cinema, libri, spettacolo e cultura? Segui le nostre pagine FacebookTwitter e Google News

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: