Skip to content

Elegia americana, delusione o rivelazione?

Last Updated on 20/03/2021

Candidato a due premi Oscar, per miglior attrice non protagonista a Gleen Close e per miglior trucco e acconciatura, Elegia americana è il film più chiacchierato degli ultimi mesi, capace di dividere critica e pubblico. Si trova sulla piattaforma Netflix.

Candidato a due premi Oscar, per miglior attrice non protagonista a Gleen Close e per miglior trucco e acconciatura, Elegia americana è il film più chiacchierato degli ultimi mesi, capace di dividere critica e pubblico. Un film che per molti aspetti ha deluso le aspettative, più di tutto ha deluso la sceneggiatura di Vanessa Taylor e l’adattamento cinematografico del regista Ron Howard.

Il film, tratto dell’omonimo libro di memorie di J.D. Vance, sembra quasi raccontare l’ennesimo sogno americano dove il protagonista dopo varie difficoltà della vita riesce a trionfare. Tra l’altro senza citare argomenti scomodi e controversi, nel libro invece ben sviscerati. A dare ancora un po’ di melassa a questa pellicola, che sembra essere impacchettata per gli Accademy Awards, c’è un cast di stelle hollywoodiane. Oltre a Gleen Close anche un’irriconoscibile Amy Adams e il giovanissimo Owen Asztalos.

Scopri le rubriche Il film dell’annoStoria del cinemaCinque film di… e Oscar italiani di Uozzart.com

La trama del film

J.D. Valence è un brillante studente di Yale, fa il cameriere di notte per mantenersi gli studi, con un passato difficile. Figlio di una madre tossicodipendente e dalla personalità instabile, è cresciuto con una nonna determinata a farlo studiare e a mostrargli la via per il sogno americano. Alla vigilia di un importante colloquio di lavoro, viene richiamato a casa dalla sorella per soccorrere la madre che è alle prese con un’ennesima crisi. L’incapacità della madre di risollevarsi e di uscire dal tunnel della droga riapre le ferite del passato.

Cosa non è stato raccontato?

La trasposizione cinematografica di Howard sembra una versione ottimista del romanzo di J.D. Vance, l’ennesima storia edificante di vittoria personale contro le avversità. Nel libro pubblicato nel 2016, Vance racconta la sua infanzia segnata dalla povertà, la tossicodipendenza della madre e come ha trovato la sua strada per arrivare a frequentare la prestigiosa Università di Yale. Il libro fa luce sulla rabbia e la frustrazione della classe operaia del Midwest, quella stessa classe che ha portato Trump alla vittoria del 2016. Ma il film sembra essere stato snaturato di tutta la rabbia, dei toni duri e delle contestazioni. Risultando una versione melensa e stucchevole della storia adattata ai nostri tempi.

Nonostante i discorsi strappalacrime e scontati, l’interpretazione d’eccezione di Gleen Close non può essere omologata al giudizio sul film. L’attrice candidata al Premio Oscar ha donato realismo e spessore al suo personaggio. E nonostante ‘Elegia Americana’ non verrà ricordato per qualità, dopo 8 candidature l’attrice americana merita più di tutte di vincere. Il film è presente sulla piattaforma Netflix.

Appassionati di arte, teatro, cinema, architettura, libri e spettacolo? Segui le nostre pagine FacebookTwitter e Google News

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: