Skip to content

Photo IILA “Siamo ciò che mangiamo”: a Trastevere la mostra dei fotografi latinoamericani

L’IILA-Organizzazione internazionale italo-latino americana presenta in mostra i progetti del vincitore e dei finalisti del XII PHOTO IILA, premio dedicato a fotografi latinoamericani under 35. Nel percorso espositivo si possono apprezzare le foto del colombiano Santiago Carmona, vincitore di questa dodicesima edizione…

L’IILA-Organizzazione internazionale italo-latino americana presenta in mostra i progetti del vincitore e dei finalisti del XII PHOTO IILA, premio dedicato a fotografi latinoamericani under 35 realizzato in collaborazione con i Paesi latinoamericani membri dell’IILA.

Scopri le altre mostre di Roma su Uozzart.com

Gli obiettivi del contest

I fotografi partecipanti alla XII edizione del premio si sono confrontati con il tema “Siamo ciò che mangiamo”, ispirato ad uno dei 17 Obiettivi dello Sviluppo Sostenibile che fanno parte dell’Agenda 2030 delle Nazioni Unite, ovvero il numero 2, che si prefigge di “porre fine alla fame, raggiungere la sicurezza alimentare, migliorare la nutrizione e promuovere un’agricoltura sostenibile”. IILA, in quanto Osservatore ONU, porta avanti queste tematiche nel proprio lavoro.

Le opere in mostra

Nel percorso espositivo si possono apprezzare le foto di Santiago Carmona (Colombia), vincitore di questa dodicesima edizione con un progetto realizzato fra il 2018 e il 2020, intitolato Exceso de abundancia, oltre alle opere dei finalisti Pablo Sosa (Uruguay), Menzione d’Onore con il progetto Ensayo sobre soberanía del 2020; Eric Javier Markowski (Argentina), autore del progetto Lo que en la carne se conserva del 2016-2017; Ana Caroline de Lima (Brasile), autrice di un progetto realizzato fra il 2015 e il 2019; Cristian Torres (Colombia), con il progetto “Bodegones, caminos y cocinas” del 2019 e Carlo Tello (Messico), con il progetto “Sentle” del 2020.

Il vincitore Santiago Carmona realizzerà una residenza di un mese

Come da regolamento, il vincitore Santiago Carmona realizzerà una residenza di un mese. Durante questa svilupperà un progetto fotografico che avrà come oggetto la città di Roma. Il progetto sarà presentato nell’ambito dell’edizione successiva del Premio, come nel caso di Julieta Pestarino (Argentina)vincitrice della precedente edizione di PHOTO IILA, che esporrà quest’anno Últimas luces (2019).

Appassionato di arte, teatro, cinema, libri, spettacolo e cultura? Segui le nostre pagine FacebookTwitterGoogle News e iscriviti alla nostra newsletter

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: