Skip to content

“Oltre Dafne fermare Apollo”, cronache italiane di violenza sulle donne

Apre i battenti all’ex Complesso del Buon Pastore, in via della Penitenza 37 a Roma, la mostra “Oltre Dafne fermare Apollo”. L’esposizione, in partenariato con Pangea e organizzata dall’Unione Donne italiane, riprende questa figura iconica della mitologia per raccontare la storia del fenomeno della violenza in Italia.

Apre i battenti all’ex Complesso del Buon Pastore, in via della Penitenza 37 a Roma, la mostra “Oltre Dafne fermare Apollo”. L’esposizione, in partenariato con Pangea e organizzata dall’Unione Donne italiane, riprende questa figura iconica della mitologia per raccontare la storia del fenomeno della violenza in Italia.

Scopri le altre mostre di Roma su Uozzart.com

Testo e immagini raccontano i cambiamenti dal dopoguerra a oggi

La mostra “Oltre Dafne fermare Apollo” è articolata attraverso un percorso espositivo che racconta la storia del fenomeno della violenza in Italia. Sono utilizzati diversi strumenti comunicativi a cominciare dai manifesti dell’Udi per veicolare messaggi politici innovativi e capaci di arrivare a tutte/i. Testo e immagini (manifesti e fotografie) raccontano i cambiamenti dal dopoguerra a oggi, grazie all’azione politica delle donne dell’Udi. Il tutto è corredato di QR Code, (accessibile tramite l’app Oltre Dafne gratuitamente scaricabile sui propri devices) dove poter accedere ad approfondimenti testuali e visuali.

“Perché bloccare Dafne e non fermare Apollo che la insidiava?”

“La violenza contro le donne è antica quanto il mondo ma nessuno pensa mai di raccontarla perché molti non la riconoscono e molti pensano che sia ‘naturale e conveniente’. Al contrario è un sistema di potere che si tramanda nei secoli e che rimane pervasivo anche nella nostra epoca ma che dobbiamo prevenire e fermare. L’idea della mostra prende spunto dal mito di Apollo e Dafne dove la bellissima ninfa per sfuggire ad Apollo che vuole possederla chiede aiuto ai genitori e viene trasformata in un albero di alloro. Perché bloccare Dafne e non fermare Apollo che la insidiava? La mancanza del consenso di Dafne dovrebbe indurre gli uomini a capire che non possono esercitare nessun potere e nessuna violenza sulle donne”.

Info e orari

La mostra è aperta da lunedì a sabato dalle 10.00 alle 18.00 e domenica dalle 10.00 alle 14.00. Per accedere alla mostra è obbligatorio esibire il green pass come da normativa. È preferibile la prenotazione scrivendo alla seguente mail: oltredafneprogetto@gmail.com

Appassionato di arte, teatro, cinema, libri, spettacolo e cultura? Segui le nostre pagine FacebookTwitterGoogle News e iscriviti alla nostra newsletter

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: