Skip to content

Ludus matematico, le lamette di Marco Angelini in mostra alla Galleria Triphè

Aprirà venerdì 15 ottobre la nuova mostra personale di Marco Angelini, presso la Galleria Triphè di Roma, a cura di Maria Laura Perilli. Protagonista di Ludus matematico, visitabile sino al 20 dicembre 2021, è la lametta, il semplice oggetto di uso comune che lega la gestualità quotidiana di uomini e donne…

Aprirà venerdì 15 ottobre, ore 19, la nuova mostra personale di Marco Angelini, presso la Galleria Triphè di Roma, a cura di Maria Laura Perilli. Protagonista di Ludus matematico, visitabile sino al 20 dicembre 2021, è la lametta, il semplice oggetto di uso comune che lega la gestualità quotidiana di uomini e donne. Questa è utilizzata da Marco Angelini come strumento base del suo linguaggio, della sua ricerca artistica.

Scopri le altre mostre di Roma su Uozzart.com

Le opere in mostra

Il piccolo oggetto viene assemblato in forme aperte, chiuse e semiaperte secondo serialità che riportano alla memoria dell’osservatore i circuiti stampati di schede elettroniche: il massimo della razionalità umana nel sintetizzare operazioni complesse. Le connessioni che l’artista propone non sono, pertanto, circoscrivibili al semplice “ludus” matematico. Sono, in nuce, un passo, una ipotesi di lavoro che può volgere verso quella che Giulio Carlo Argan definiva: “una esplicita, rigorosa ed avanzata analisi strutturalistica ed Operazionistica, un iter già programmato su una metodologia di tipo logico matematico”.

Una ricerca estetico-operazionale da semplice a complessa

Una ricerca estetico-operazionale, quella di Angelini, destinata ad essere da semplice, lineare sempre più complessa. E che si stende con forza su fondi di macchie che spesso ci riportano a Rorschach. Sono macchie, infatti, che stimolano l’osservatore, che fanno pensare a continenti contrastati, alla deriva, alla ricerca di un ordine che possa irretirli. Qui agisce l’artista sovrapponendo al ‘’contrasto’’ un processo di razionalità; è la razionalità della specie umana che elabora, costruisce, struttura e fa storia.

Chi è l’artista

Marco Angelini è nato a Roma nel 1971, vive e lavora tra Roma e Varsavia e ha un percorso artistico ricco di viaggi e brevi vissuti all’estero. Ha conseguito una laurea in Sociologia e, successivamente, un master in Psicologia del Lavoro. Le opere di Marco Angelini sono state acquisite da diversi collezionisti ed una di esse fa parte della prestigiosa collezione privata della Fondazione Roma (Palazzo Sciarra). Ha realizzato, dal 2006 ad oggi, varie mostre personali in Europa (Roma, Milano, Varsavia, Cracovia, Londra, Bratislava) e partecipato a collettive presso spazi pubblici e gallerie private a New York, Washington DC, Tel Aviv, Abu Dhabi, Varsavia, Zamość, Stettino, Monaco di Baviera, Essen, Londra, Bruxelles, Roma, Lucca.

Info, date e orari

Date: dal 15 ottobre al 20 dicembre 2021
Indirizzo: Via delle Fosse di Castello 2, 00193 Roma (Castel Sant’Angelo/ San Pietro)
Opening: venerdì 15 ottobre 2021 ore 19.00
Orari: dal martedì al sabato 10.00 – 13.00 16.00 – 19.00.

Appassionato di arte, teatro, cinema, libri, spettacolo e cultura? Segui le nostre pagine FacebookTwitterGoogle News e iscriviti alla nostra newsletter

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: