Skip to content

Freddie Mercury, 30 anni dopo: i cinque album più belli dei Queen

In occasione dei trent’anni dalla morte di Freddie Mercury, avvenuta il 24 novembre 1991 a Londra, ripercorriamo le tappe principali della band di cui è stato il frontman e per cui è diventato protagonista di alcune delle pagine più belle della musica mondiale.

In occasione dei trent’anni dalla morte di Freddie Mercury, avvenuta il 24 novembre 1991 a Londra, ripercorriamo le tappe principali della band di cui è stato il frontman, diventando protagonista di alcune delle pagine più belle di sempre della musica mondiale.

Scopri gli altri grandi della musica su Uozzart.com

Chi sono i Queen

I Queen sono un gruppo musicale rock britannico, formatosi a Londra nel 1970 dall’incontro del cantante e pianista Freddie Mercury con il chitarrista Brian May e con il batterista Roger Taylor. La formazione storica si è poi completata nel 1971 con l’ingresso del bassista John Deacon. La band ha venduto circa 300 milioni di dischi nel mondo.

I singoli e gli album più belli

Tra le migliori canzoni del quartetto si ricordano Bohemian Rhapsody, per tutti tra le migliori canzoni di tutti i tempi, Somebody to Love, We Are the Champions, Love of My Life, We Will Rock You, Who Wants to Live Forever e I Want It All. ça loro prima raccolta del 1981, Greatest Hits, risulta l’album più acquistato in assoluto nel Regno Unito, con oltre sei milioni di copie vendute. Ma quali sono i cinque album più belli? Incrociando i dati di critici e pubblico, questa la top five.

Primo posto: A Night At The Opera (1975)

A Night at the Opera è il quarto album in studio dei Queen, pubblicato per la prima volta in LP il 21 novembre 1975. Le vendite mondiali complessive del disco superarono i 6 milioni di copie. L’album produsse inoltre il singolo dei Queen di maggior successo nel Regno Unito, Bohemian Rhapsody, primo numero 1 in classifica per il gruppo e uno dei brani più celebri e venduti nel mondo. Nel 2020 l’album è stato inserito alla posizione numero 128 della lista dei 500 migliori album secondo Rolling Stone. Tra le tracce di maggior successo, You’re My Best Friend, The Prophet’s Song, Love of My Life e Bohemian Rhapsody.

Secondo posto: Innuendo (1991) e l’ultima pubblicazione con Freddie Mercury

Innuendo è il loro quattordicesimo album in studio ed è stato pubblicato il 4 febbraio 1991 dalla Parlophone. Composto da dodici brani, si tratta dell’ultima pubblicazione del gruppo con il frontman Freddie Mercury prima della sua morte avvenuta nello stesso anno. Le registrazioni del disco ebbero inizio nel mese di marzo del 1989: proprio in quell’anno, la sieropositività di Freddie Mercury al virus HIV (scoperta nella primavera del 1987) si trasformò in AIDS conclamato. Nel 2006 Innuendo è stato votato come il 94º miglior album di tutti i tempi attraverso un sondaggio effettuato dalla BBC. Tra i brani, The Show Must Go On, Innuendo, I’m Going Slightly Mad e These Are the Days of Our Lives.

Queen – Freddie Mercury – The Show Must Go On (Live)

Terzo posto: Queen II (1974)

Queen II è il secondo album in studio del gruppo, pubblicato l’8 marzo 1974 nel Regno Unito dalla EMI. Prodotto da Roy Thomas Baker e inciso ai Trident Studios di Londra nell’agosto 1973, è conosciuto per aver riscritto la storia del rock, in quanto costituisce una delle prime opere nelle quali l’heavy metal si mescola insieme all’art rock, un sottogenere del rock psichedelico che viene ricondotto ai Pink Floyd e ai Led Zeppelin. Tra i singoli, The March of the Black Queen e Seven Seas of Rhye.

Quarto posto: A Day at the Races (1976)

A Day at the Races, quinto album in studio, fu pubblicato il 18 dicembre 1976 dalla EMI. Registrato presso gli studi Sarm East, The Manor e Wessex Studios in Inghilterra, l’album è una sorta di proseguimento del precedente album A Night at the Opera. Inoltre fu il primo disco del gruppo senza il contributo del produttore Roy Thomas Baker. L’album raggiunse la vetta della classifica nel Regno Unito, Giappone e Paesi Bassi. Negli Stati Uniti d’America arrivò fino alla quinta posizione della Billboard 200. Tra le tracce, Tie Your Mother Down, Somebody to Love, Long Away e Good Old-Fashioned Lover Boy.

Quinto posto: Sheer Heart Attack (1974)

Terzo album in studio, Sheer Heart Attack venne pubblicato l’8 novembre 1974 dalla EMI. È stato il primo vero successo commerciale del gruppo, grazie alla fusione di sonorità tipicamente hard rock e glam rock. Il Daily Vault lo descrisse come «un album di transizione importante» in quanto mostrava “cosa sarebbe diventata la band di lì a poco”. Tra i singoli, Killer Queen, Now I’m Here, Stone Cold Crazy e Flick of the Wrist.

Appassionato di arte, teatro, cinema, libri, spettacolo e cultura? Segui le nostre pagine FacebookTwitterGoogle News e iscriviti alla nostra newsletter

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: