Skip to content

Mibact, Franceschini: “Una piattaforma per proporre al mondo tutta l’offerta culturale on line”

Last Updated on 10/06/2020

Al lavoro per “la creazione di una piattaforma con cui proporremo all’Italia e al mondo tutta l’offerta culturale on line. Questa iniziativa parte dall’esigenza di permettere a cinema e teatri di poter vendere i propri eventi anche senza aver la sala piena”, dichiara il Ministro per i beni e per le attività culturali e per il turismo, Dario Franceschini…

“Turismo e cultura sono due elementi fondamentali dell’export italiano. Ogni prodotto dell’industria italiana che si esporta nel mondo ha dentro secoli di saperi, conoscenze e bellezza. Chiunque lo abbia realizzato ha vissuto e camminato nella bellezza e ve la ha trasposta”. Così il Ministro per i beni e per le attività culturali e per il turismo, Dario Franceschini, ha aperto oggi il suo intervento in occasione della sottoscrizione del Patto per l’Export alla Farnesina. Il Ministro ha parlato di “un fondo strategico per il turismo e una piattaforma on line per la cultura”…

“Chiunque verrà in Italia lo farà per vivere una parte della sua vita all’italiana”

“La manifattura italiana – ha proseguito il Ministro – richiama direttamente o indirettamente il nostro patrimonio culturale e il nostro modo di vivere, entrambi fattori che esercitano una enorme attrattiva all’estero e hanno un ruolo decisivo anche nel turismo che conosceremo nei prossimi anni, sempre più esperienziale e immersivo. Chiunque verrà in Italia lo farà per vivere una parte della sua vita all’italiana”.

“Un fondo strategico e una piattaforma on line”

“Per questo motivo abbiamo bisogno di investire nel patrimonio culturale e nella riqualificazione della nostra offerta turistica. Attraverso Cassa Depositi e Prestiti prevediamo due interventi distinti. Il primo è un fondo strategico per il turismo per riqualificare e impedire che sfugga di mano il patrimonio alberghiero e ricettivo nazionale. Mantenendone i caratteri originali legati a una proprietà diffusa. Il secondo è la creazione di una piattaforma con cui proporremo all’Italia e al mondo tutta l’offerta culturale on line.

Questa iniziativa parte dall’esigenza di permettere a cinema e teatri di poter vendere i propri eventi anche senza aver la sala piena, ma mira al risultato di affiancare all’offerta diretta anche una indiretta, che permetta a chiunque in qualunque parte del mondo di assistere a uno spettacolo prodotto e messo in scena in Italia. Anche questo è un modo di sostenere l’export, perché ogni prodotto ha dietro di sé la forza dell’Italia”.

Appassionati di arte, teatro, cinema, libri, spettacolo e cultura? Seguite le nostre pagine FacebookTwitter e Google News

3 Comments »

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: