Giornata della Memoria: tutti gli appuntamenti tra cinema, teatro, mostre e biblioteche

In occasione della giornata della Memoria, che si celebra il 27 gennaio, e dei 70 anni dalla liberazione dai campi nazisti, il Campidoglio organizza una serie di appuntamenti fino al 15 febbraio. Un calendario ampio, che affianca le celebrazioni ufficiali a un percorso fatto di cinema, teatro, musica, mostre, convegni, incontri, testimonianze.

A promuovere e ospitare molte iniziative sono gli spazi culturali dell’Assessorato alla Cultura: dalla Casa della Memoria e della Storia, alla Casa del Cinema, alle Biblioteche, al Teatro di Tor Bella Monaca; e quelli delle grandi Istituzioni culturali della città: Musica per Roma insieme all’Accademia Nazionale di Santa Cecilia all’Auditorium, Teatro di Roma, Teatro dell’Opera.

“La cultura – ha dichiarato l’ Assessore alla Cultura, creatività, promozione artistica e Turismo Giovanna Marinelli – è lo strumento più immediato ed efficace per mantenere viva la memoria, per parlare alle giovani generazioni più distanti da questo dramma che l’Europa ha vissuto, per continuare a costruire una consapevolezza che tutto ciò non deve più avvenire. È il linguaggio dell’emozione che attraverso immagini, testi, voci, musica, tocca e non abbandona. Abbiamo per questo voluto e dedicato varie giornate e sono tanti gli appuntamenti importanti”.
Tra i tanti appuntamenti in programma, quelli che si svolgono alla Casa della memoria e della Storia, il concerto dell’Opera al teatro Palladium con Brundibár (opera realizzata presso il ghetto di Terezìn), il progetto vincitore del bando Roma Creativa dal titolo #MEMORIAPRESENTE2015 – un hashtag per non dimenticare, la mostra al Complesso del Vittoriano La liberazione dei campi nazisti. Altro concerto quello di Santa Cecilia all’Auditorium, con la partecipazione straordinaria di Ute Lemper.

L’Assessore alla scuola ha infine dichiarato che la mattina del 27 gennaio, in via Tempio di Giove, verrà desposta “una targa ai fratelli Aldo e Bixio Pergola, dipendenti comunali licenziati in seguito alla promulgazione delle leggi razziali, e successivamente deportati ad Auschwitz”.
Di seguito tutte le iniziative dei prossimi giorni:

Domenica 25 gennaio 2015
Dalle ore 9 alle ore 13 circa, la XI Edizione della passeggiata ciclistica “Pedalando nella Memoria”, che attraversa i luoghi segnati dall’Olocausto e dal nazifascismo, dalle Fosse Ardeatine al museo della Liberazione di via Tasso, fino al Portico d’Ottavia, anche il ricordo di Settimia Spizzichino, unica donna romana sopravvissuta ai lagher di Auschwitz e Bergen Belsen e alle atrocità del dottor Menghele, potrebbe rallentare le linee del centro in transito nella zona interessata dal percorso.

Dalle ore 9.45 alle ore 13 circa, la manifestazione “Incontro dei ragazzi della Diocesi di Roma e Azienda Cattolica”. sfila in corteo da largo Giovanni XXIII, percorrendo via della Conciliazione per giungere in piazza San Pietro e alla celebrazione dell’Angelus di Papa Francesco, previsto alle ore 12, che come di consueto potrebbe causare deviazioni e/o rallentamenti alle linee bus 23, 34, 40, 62, 280 e 982.

Casa del Cinema Largo Marcello Mastroianni 1 Ore 18.00
LA MEMORIA CHE RITORNA
Interviene Claudio Della Seta
Uno straordinario documento cinematografico, recentemente restaurato e portato alla luce per la prima volta dopo 91 anni. La vita serena, nel 1923, di due famiglie ebraiche romane, i Della Seta ed i Di Segni. Anche su di loro si abbatterà la tragedia: due delle persone riprese, Samuele Della Seta e Giulia Di Segni Della Seta, saranno catturate durante la razzia degli ebrei romani il 16 ottobre 1943, e finiranno nel buio di Auschwitz. I più antichi family movies del nostro Paese, l’unico documento che ci riporta alla quotidianità degli ebrei italiani prima delle leggi razziali, con umanità e tenerezza.

Ore 19.00 NIGHT WILL FALL
di André Singer (GB/USA/Israele/Danimarca 2014, b/n e col., 75 minuti)
Il documentario racconta la storia della liberazione dei campi di concentramento tedeschi.
Attraverso l’utilizzo di straordinari filmati di repertorio e di testimonianze dei sopravvissuti e dei soldati che per primi videro l’orrore dei lager, il film ricostruisce gli sforzi che gli alleati dovettero compiere per documentare le scene di atrocità cui si trovarono di fronte.
Ma il film racconta anche di come Sidney Bernstein, Richard Crossman e Alfred Hitchcock decisero di girare un film che fornisse le prove inconfutabili di ciò che gli Alleati avevano trovato: il film, però, fu bloccato dal governo britannico, e soltanto oggi, a distanza di 70 anni, quest’opera dall’altissimo valore umano e storico vede finalmente la luce.
Per “Night will fall” è vietata la visione ai minori di 18 anni. Il film presenta immagini molto forti.
Ingresso libero fino a esaurimento posti disponibili.

Lunedì 26 gennaio 2015

Auditorium Antonianum viale Manzoni 1
Le scuole di Roma incontrano Rav Lau
ore 10.30: I ragazzi delle scuole di Roma incontreranno Rav Israel Meir Lau, già Rabbino Capo di Israele. Nel corso dell’incontro sarà presentato il libro “Dalle ceneri alla storia. Riannodando con passo biblico il filo della memoria: il racconto dell’olocausto nei ricordi di un protagonista” del Rav Israel Meir Lau con prefazioni di Riccardo Di Segni, Shimon Peres e Elie Wiesel, pubblicato per i tipi della Gangemi editore. Interventi di: Rav Di Segni, Rabbino Capo della Comunità Ebraica di Roma; Paolo Masini, Assessore alla Scuola con delega alla memoria di Roma Capitale. Saluti: Ignazio Marino, Sindaco di Roma; Riccardo Pacifici, Presidente del Cer. Sarà presente il Presidente del Senato Pietro Grasso, reggente Presidente della Repubblica. Sono previsti due intermezzi musicali di melodie scritte dai deportati di Theresin.
L’iniziativa è a cura dell’Assessorato Scuola, Sport, Politiche Giovanili e Partecipazione – Dipartimento Servizi Educativi e Scolastici, Giovani e Pari Opportunità e della Comunità Ebraica di Roma.

Casa della Memoria e della Storia
Dal 26 al 30 gennaio 2015
Il 27 gennaio 1945, data dell’abbattimento dei cancelli di Auschwitz, ha fatto conoscere al mondo e alla storia questo abisso della civiltà, lo sterminio del popolo ebraico, dei Sinti e Rom, degli omosessuali, dei Testimoni di Geova e l’eliminazione dei deportati militari e politici nei campi nazisti. Ricordare il 70° anniversario è più che mai attuale e necessario affinché questa memoria sia elemento fondante per la cittadinanza europea, per mettere in guardia da ogni forma di razzismo e di intolleranza.

Teatro dell’Opera di Roma al Teatro Palladium, Piazza Bartolomeo Romano, 7 (Garbatella)
26, 27, 28, 29, 30 gennaio 2015, ore 10.00 e ore 12.00
BRUNDIBÁR, Uno spettacolo per non dimenticare.
Teatro Palladium, in collaborazione con l‟Università degli Studi di Roma Tre e il Conservatorio di Musica “Santa Cecilia” di Roma ed il Patrocinio della Comunità Ebraica di Roma.
Il 23 settembre 1943 andava in scena per la prima volta l’opera Brundibár, composta dal musicista ceco Hans Krasa su testo di Adolf Hoffmeister. È un’opera per ragazzi, coro di voci bianche e orchestra che venne realizzata presso il ghetto di Therensienstadt (in ceco Terezìn). Siamo nel pieno della II guerra mondiale: Hans Krasa è un ebreo e come tale viene deportato in questo campo, non lontano da Praga, anticamera di Auschwitz, che Hitler spacciò per città “modello” donata agli ebrei per la loro protezione. Vi furono stipati 140.000 ebrei, destinati in realtà ai Lager e costretti intanto a mimare una vita “normale”. Al debutto del settembre del ’43 seguirono 55 recite, fino al 23 giugno 1944, giorno in cui l’opera fu messa in scena per l’ultima volta in occasione dell’ispezioni della Croce Rossa Internazionale. Subito dopo, tutti i partecipanti vennero deportati ad Auschwitz. Nessuno fece ritorno. Sarà eseguito dal Coro delle Voci Bianche del Teatro dell’Opera di Roma e dai ragazzi, diplomati e non, del Conservatorio di Musica “Santa Cecilia”.
Lo spettacolo è rivolto agli studenti della Scuola d’Infanzia, della Scuola Primaria e della Scuola Secondaria di Primo e Secondo grado ed al pubblico generico previa prenotazione al seguente indirizzo mail: dipartimento.didattica@operaroma.it

ore 17.00
Apertura Settimana della Memoria e saluto dell’Assessore Giovanna Marinelli

Ore 17.30
Inaugurazione mostra “DIALOGO: LA CARTA COME MEMORIA”, a cura di Bianca Cimiotta Lami e Dario Evola. a cura della FIAP
Cartografia dell’emozione e luogo comune per immagini condivise. La carta è il pretesto e il mezzo più espressivo e più utilizzato nei tempi, quello che ha consentito alla Storia e all’Umanità di ricordare i fatti e gli avvenimenti nella trasmissione: la carta come materia significante, superficie, piano ed estensione. La mostra è una riflessione dedicata alla Shoah, attraverso, opere, riflessioni e i ricordi che ogni autore ha tradotto in una proposta artistica attraverso la propria sensibilità e una personale esperienza vissuta come ricordo e come testimonianza anche indiretta. Incisione e stampa, fotografia ed elaborazione virtuale, percezioni sonore e visive sono i modi con cui Riccardo Ajossa, Elisabetta Diamanti, Toni Garbasso, Ugo Ferrero, Alfonso Filieri, Roberto Mannino, Paolo Modugno, Claudia Peill, Lydia Predominato, Peter Quell, Serge Uberti hanno realizzato il proprio contributo artistico. Lo sguardo lontano lascia una traccia sulla carta come segno e come in-segna. La mostra è aperta fino al 5 marzo 2015.
Iniziativa a cura della FIAP

Ore 18.15
“Raccontami una storia: …E mi salvò la vita”. Memorie e Tango Yiddish. Incontro di storie di salvezza raccontate attraverso la testimonianza di persone che furono salvate dalla Shoah, grazie ad altre persone, grazie alla musica, alla poesia. Un incontro che vuole celebrare la Vita, che vuole dar voce alla Pace, dove le testimonianze e la poesia sono introdotte e commentate dalla musica dal vivo del Duo musicale “MilongAires” Salvatore Di Russo – clarinetto, Pietro Bentivenga – fisarmonica, musicisti studiosi del Tango Yiddish ed ebraico. L’incontro si
conclude con il Coro Multietnico Quintaumentata, composto da ragazzi dai 13 ai 35 anni diretto dal Maestro Attilio Di Sanza.
Intervengono l’Ambasciatore Giulio Terzi di Sant’Agata, ex Ministro degli Esteri, il Ministro Plenipotenziario dell’Ambasciata Argentina Carlos Cherniak – Sezione Diritti Umani – Mario Abbati autore del libro ” Il paradiso delle bambole”, il Duo musicale “MilongAires”, Eduardo Moyano
Maestro e ballerino di Tango Argentino e la soprano Ornella Cascinelli.
Iniziativa a cura di Fatima Scialdone in collaborazione con Associazione Culturale TangoEventi

ore 18
Teatro de’ Servi Via del Mortaro 22
Tavola Rotonda ad ingresso libero
INTERFERENZE DI MEMORIA PER NON DIMENTICARE
in collaborazione con LasciateCIEntrare/MaipiùCie, Associazione AMM e Archivio delle memorie migranti

ore 19
sala Petrassi Auditorium Parco della Musica Viale Pietro de Coubertin, 30
Opera lirica Shoah la Memoria-la Speranza-la Vita, l’unica opera italiana che abbia per soggetto espressamente la Shoah.
L’ingresso è gratuito.
Cantata per Voci Recitanti, Soli, Coro Polifonico, Voci Bianche e Orchestra Sinfonica, è musicata dal M° Luciano Bellini su testi di Maria Mencarelli. Un evento per non dimenticare le vittime di ieri e le vittime di oggi. Il 27 gennaio alle 18 l’opera verrà replicata a L’Aquila nel nuovo Auditorium del Parco. Shoah la Memoria-la Speranza-la Vita è prodotta dal Conservatorio “Alfredo Casella” de L’Aquila con il suo Coro Polifonico e il Coro di Voci Bianche diretti dal M°Rosalinda Di Marco, e con la partecipazione di Angela Cinalli (Mezzosoprano), Valerio Aufiero (Baritono), Isabella Valeri (Vocalist), Mascia Musy e Armando De Ceccon (Voci Recitanti).
L’opera sarà preceduta da Cinque ninne nanne per i bambini uccisi dalle guerre Sonata per orchestra d’archi (12’) – Musica di Sandro Gindro Quartetto d’archi dell’Orchestra giovanile di Roma Loreto Gismondi – Violino I, Marco Palmigiani – Violino II, Alberto Petricca – Viola; Francesco Marini – Violoncello.

Ore 21.00
Sala Santa Cecilia Auditorium Parco della Musica Viale Pietro de Coubertin, 30
TUTTO CIO’ CHE MI RESTA. Il miracolo della musica composta nei lager
Concerto per il Giorno della Memoria
MARCO BALIANI E FRANCESCO LOTORO CON LA PARTECIPAZIONE STRAORDINARIA DI UTE LEMPER
Una serata straordinaria dedicata al Giorno della Memoria, organizzata dalla Fondazione Musica per Roma, in coproduzione con l’Accademia Nazionale di Santa Cecilia e l’Unione delle Comunità Ebraiche Italiane.
I documenti e le partiture musicali recuperate e archiviate da Francesco Lotoro – testi e musiche composte dai prigionieri nei lager nazisti – verranno interpretate da un cast di grandi artisti internazionali. Marco Baliani e Francesco Lotoro racconteranno le incredibili storie legate a queste opere, realizzate da musicisti spesso dimenticati dalla storia.
Con la partecipazione di Andrea Satta e Carlo Amato alla chitarra
Solisti dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia Coro delle Voci Bianche dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia Maestro del Coro Ciro Visco
Coro Ha Kol PMCE Parco della Musica Contemporanea Ensemble.
Ingresso gratuito. I biglietti sono in distribuzione presso l’Info Point dell’Auditorium fino a esaurimento dei posti disponibili.

Martedì 27 gennaio 2015

Ore 9.00 Via Tempio di Giove 3
deposizione della Targa in memoria dei Fratelli Pergola
In occasione del 70° anniversario della liberazione di Auschwitz, l’amministrazione di Roma Capitale dedica una targa ad Aldo e Bixio Pergola, due dipendenti capitolini che assieme ad altri lavoratori comunali di religione ebraica furono licenziati dal Governatorato come conseguenza della promulgazione delle leggi razziali, e in seguito deportati e uccisi ad Auschwitz. La deposizione, alla presenza del Sindaco Ignazio Marino e dell’assessore alla Scuola con delega alla Memoria Paolo Masini, avverrà nel piazzale antistante il Dipartimento del Personale, in via Tempio di Giove 3. Un appuntamento che rappresenta un momento di riflessione sulle deportazioni a Roma, ma anche sul tema delle discriminazioni sul luogo di lavoro e dell’annullamento delle libertà personali.

Ore 10.00
Proiezione del film “Fratelli d’Italia? Un film per tramandare la storia ” (regia di Dario Barezzi, 2009, 73’)
a cura di IRSIFAR per le scuole
Incontro con le terze classi della scuola superiore di primo grado dell’Istituto Comprensivo “Padre Pio da Petralcina”, Sacrofano. Introduzione storica di Hélène Angiolini. Giovani generazioni, scampati e sopravvissuti alla Shoah ripercorrono le vicende di tante famiglie italiane dalle leggi antiebraiche del 1938 agli anni dell‟occupazione nazifascista. La Stazione centrale di Milano, nella fretta e la confusione tipica di ogni stazione ferroviaria, è il luogo dove si incontrano queste memorie riproposte ai passeggeri distratti, nel posto in cui, dal tristemente famoso binario 21, partirono in tanti verso la deportazione e lo sterminio.

Ore 10.30
Teatro Villa Torlonia Largo Spallanzani, 1
WOLF
Proiezione del documentario di Claudio Giovannesi, vincitore del Premio Speciale della Giuria di Italiana Doc al Torino Film Festival.
“Wolf” racconta la storia del rabbino capo Benjamin Murmelstein (1905-1989), che fu il direttore del ghetto artificiale di Terezín con il compito di rappresentare presso i nazisti una comunità destinata allo sterminio. Vittima di una tragica contraddizione, dopo la Liberazione fu processato – e assolto – per collaborazionismo e una volta trasferitosi a Roma venne emarginato dalla comunità ebraica fino alla morte. Suo figlio Wolf ha dedicato la vita a riabilitarne la memoria, cercando di fornire un’immagine più complessa del ruolo che ebbe a Terezín.
Attraverso il dialogo di Wolf con lo psicanalista David Meghnagi, il film ricostruisce il rapporto di un figlio con la memoria del padre, tra accettazione, rifiuto e tematizzazione di una tragedia comune e familiare.

ore 10.30 e ore 21.00
27 e 28 gennaio 2015
Teatro di tor Bella Monca
CHERRY DOC’S
di David Gow
con Antonio Bonanotte, Leonardo Sbragia, Lisa Bruscolini, Jessica Fainelli, Daiana Pivetta; scene Dario Dato; costumi Marta Genovese; musiche Flavio Mainella; regia Antonio Serrano; produzione Teatro dei Conciatori
La scena è quella di un processo. A dominarla sono solo in due: forma dialettica perfetta. La tensione che pervade il testo segue il crescendo dettato dal ritmo incalzante delle battute, quasi un ritmo di jazz, in cui le due voci, dissonanti all’inizio, pian piano si accordano e avvicinano su note armoniche: i monologhi iniziali cedono il passo a battute sempre più brevi che ospitano la voce dell’altro, danno spazio alla sua prospettiva.
È assecondando questo ritmo che è costruita la regia di un testo scritto – come dichiara l’autore – “senza preoccuparsi di non urtare la sensibilità di qualcuno”: un testo che mostra quanto siano fragili i confini tra buoni e cattivi. Un vero gioco delle parti, dove i personaggi sono lasciati in bilico tra reale natura personale e ruolo sociale, limes sottile che tiene in scacco ciascuno di noi.

Ore 11.00
Celebrazione ufficiale del Giorno della Memoria 2015 alla Camera dei Deputati, alla presenza del Presidente della Camera dei Deputati Laura Boldrini e del Presidente del Senato Pietro Grasso. Solo su invito.

Ore 17.00
Presentazione del libro di Alessandra Chiappano “Le deportazioni femminili dall’Italia fra storia e memoria”, a cura di B. Maida e B. Mantelli, (Edizioni Unicopli, Milano 2014).
Il volume analizza l‟esperienza della deportazione femminile cogliendone la specificità e i diversi aspetti. L‟autrice ha raccolto e restituito quello che le donne deportate hanno detto, scritto e dichiarato, ma soprattutto quello che non hanno voluto o potuto raccontare. Si tratta di un lavoro attento e appassionato che, attraverso le testimonianze sia scritte che orali, riesce a ricostruire la geografia delle deportazioni femminili e a cogliere la complessità dei problemi storiografici.
Ne parlano Marina Beer e Anna Rossi-Doria. Coordina Annabella Gioia.
Iniziativa a cura di IRSIFAR

Dalle ore 17.30 alle ore 19, in occasione della “Giornata della Memoria”, indetta dall’associazione Opera Nomadi, la fiaccolata con partenza da piazza dell’Esquilino attraversa via Cavour, via Urbana, via Panisperna, via dei Capocci raggiungendo piazza degli Zingari, causando possibili deviazioni e/o rallentamenti alle linee 16, 70, 71, 75, 117, 360, 590, 649 e 714.

Ore 20.00
Museo ebraico di Roma via Catalana (Portico d’Ottavia)
“Il mare in valigia” – drammaturgia e regia di Miriam Camerini. Con Valeria Perdonò
Ingresso libero con prenotazione obbligatoria (com@museoebraico.roma.it=

27 gennaio ore 19.00; 28 gennaio ore 17.00, 29 gennaio ore 21.00
Teatro India Lungotevere Vittorio Gassman (già lungotevere dei Papareschi), 1
PRIMO
da Se questo è un uomo di Primo Levi
regia Giovanni Calò
in occasione della Giornata della memoria con Jacob Olesen musiche originali Massimo Fedeli; scene Antonio Belardi; disegno luci Luca Febbraro i soggetti della scenografia sono tratti da opere di Eva Fischer

età > 13 anni
COMPAGNIA DONATI OLESEN
A volte si sopravvive per poter raccontare e Primo Levi è sopravvissuto per raccontare. Per dare voce alla sua testimonianza, perché non si può dimenticare. Per questo motivo c’è molta attenzione, oltre che alle atrocità, anche verso momenti ed episodi di vita quotidiana, di distensione, di sogno. Cercando di conservare la carica umana dei personaggi, anche se annientati dalla violenza e consumati dal conflitto permanente al quale cercavano di sopravvivere.

27 gennaio – 15 marzo 2015
Complesso del Vittoriano
Gipsoteca
LA LIBERAZIONE DEI CAMPI NAZISTI
grande esposizione ideata e realizzata dalla Fondazione Museo della Shoah con la supervisione del direttore scientifico Marcello Pezzetti, vede la partecipazione di numerose tra le più importanti realtà museali e archivistiche nazionali ed europee dedicate alla conservazione della memoria del periodo e si avvale del patrocinio delle più importanti istituzioni di riferimento. Parteciperanno gli assessori alla Cultura, Creatività, Promozione Artistica e Turismo Giovanna Marinelli, e a Scuola,
Sport, Politiche Giovanili, Partecipazione con delega alla Memoria Paolo Masini.

Mercoledì 28 gennaio 2015
ore 10.00
A partire dalla visione del cortometraggio “Ada” (realizzato dalla scuola primaria “Ada Tagliacozzo nell’ a.s. 2000/2001, 14’), la testimone Pupa Garribba incontra gli alunni delle classi 4° e 5° della Scuola primaria “Giorgio Perlasca”. Coordina Irma Staderini.
La storia di Ada Tagliacozzo, una bambina romana deportata il 16 ottobre 1943, ricostruita dagli alunni della Scuola primaria a lei intitolata offre lo spunto per affrontare i temi legati alle leggi antiebraiche del 1938 e alla Shoah.
Iniziativa a cura di IRSIFAR per le scuole

ore 10.00
Proiezione del film “Concorrenza sleale” (regia di Ettore Scola, 2001, 106’), per le classi terze della scuola superiore di primo grado dell’I.C. “D.R. Chiodi”. Introduzione storica di Hélène Angiolini.
«Prima del dopo c‟è sempre un prima». La frase di uno dei protagonisti del film ben ne riassume il contenuto: nell’Italia fascista alla vigilia delle leggi antiebraiche del ’38, le vicende di due commercianti, vicini di negozio e di casa, diventano l’occasione per conoscere più da vicino la realtà della società dell’epoca, fra adesione al regime e disincanto, opportunismi e piccoli gesti di solidarietà, negli anni che precedettero la Shoah.
Iniziativa a cura di IRSIFAR per le scuole

ore 17.00
Presentazione libro “16 ottobre 1943. Viaggio nella memoria. Voci, testimonianze e immagini del rastrellamento e della deportazione degli ebrei di Roma” di Luca Pietrafesa (Reality Book Editore, 2014). Interverranno l’autore, Ernesto Nassi e Roberto Morassut.
Iniziativa a cura di ANPI Roma e Lazio

ore 17.00
“Ministri di culto fra deportazione e resistenza”
“Aspetti della tematica etico – religiosa nei Lager nazisti” – ne parla la prof.ssa Antonella Bernardis dell’Università di Genova.
“Don Gaggero, sacerdote, partigiano, sopravvissuto a Mauthausen” – ne parla Antonio Parisella presidente del Museo della Liberazione di Via Tasso. “Maestro predicatore Jacopo Lombardini – partigiano – morto a Mauthausen” – ne parla il prof. Daniele Garrone rettore decano della Facoltà Valdese di Teologia.
Interverrà Mons. Angelo Frigerio – vicario generale dell’Ordinariato Militare. Iniziativa a cura di ANED e ANEI con la collaborazione del Museo Storico della Liberazione

Ore 20.30
Centro ebraico Il Pitigliani
via Arco de’ Tolomei, 1
‘Meditate che questo è stato’. Film-documentario di Pietro Suber e Marco D’Auria sulla vita di Piero Terracina e Sami Modiano

Venerdì 30 gennaio 2015
ore 10.00
Proiezione del film “Hannah Arendt” (regia di M. Von Trotta, 2012, 109’) per due classi quinte del Liceo statale “Caetani” . Introduzione storica di Maria Rocchi e Irma Staderini.
Il film di Margarethe Von Trotta racconta un momento significativo della vita della filosofa Hannah Arendt: la sua partecipazione in veste di giornalista al processo al criminale nazista Eichmann (1961). Il suo libro “La banalità del male. Eichmann a Gerusalemme” (1963) ha suscitato grandi dibattiti per la particolarità e l‟anticonformismo dei temi trattati. L‟espressione del titolo, divenuta subito celebre, indica come i regimi totalitari si basino sull‟opera di uomini “privi di pensiero”, che hanno abdicato alla propria facoltà di giudizio e alla responsabilità personale.
Iniziativa a cura di IRSIFAR per le scuole

ore 16.00
Teatro Argentina Largo di Torre Argentina, 52
PRIMO
da Se questo è un uomo di Primo Levi
regia Giovanni Calò
in occasione della Giornata della memoria con Jacob Olesen
musiche originali Massimo Fedeli; scene Antonio Belardi; disegno luci Luca Febbraro i soggetti della scenografia sono tratti da opere di Eva Fischer.

Ore 17.30
La lettura di alcuni brani da “I sommersi e i salvati” di Primo Levi offre lo spunto per ripensare ai temi trattati, in particolare, nel capitolo “La zona grigia”. Introduzione di Vera Michelin Salomon e intervento di Maria Novella Sorge, psicologa e psicoterapeuta.
Iniziativa a cura del Circolo G.BOSIO e dell’ANED

ore 21.00
venerdì 30 e sabato 31 gennaio 2015
Teatro Tor Bella Monaca
via Bruno Cirino (all’angolo viale Duilio Cambellotti, via di Tor Bella Monaca)
http://www.casadeiteatri.roma.it/teatro-tor-bella-monaca
LA VERSIONE DI SHLOMO
di Tiziano Scrocca e Annarita Colucci
con Adriano Dossi, Tiziano Scrocca, Dario Carbone, Pamela Vicari e Giorgia Marras.
assistente alla regia: Roberto Andolfi
costumi Giorgia Marras e Pamela Vicari
regia Annarita Colucci
ILLOCO TEATRO
Lo spettacolo è liberamente tratto dal film “Train de vie” di Radu Mihăileanu del 1998.
Siamo nel 1939, in un piccolo villaggio popolato da ebrei, quando Shlomo, considerato da tutti il matto, annuncia a tutti i cittadini l’imminente arrivo dei tedeschi : i nazisti, fa sapere, deportano tutti gli abitanti ebrei dei paesi vicini e che fra poco toccherà anche a loro. Durante il consiglio dei saggi, Shlomo tira fuori una proposta un po’ bizzarra: per sfuggire ai tedeschi, tutti gli abitanti organizzeranno un falso treno di deportazione che li porti in salvo fino in Palestina, a casa. Gli abitanti del villaggio si mettono a lavoro per dar vita all’idea di un folle…

BIBLIOTECHE DI ROMA
Dal 26 gennaio al 14 febbraio 2015

Franco Basaglia via Federico Borromeo 67
dal 26 gennaio al 14 febbraio
mostra documentaria “La Shoah. Per non dimenticare” con visite guidate per gruppi organizzati e scolaresche, ciclo di film a tema per gruppi organizzati e scolaresche, allestimento di una vetrina tematica di libri e film

ore 10.30
12 febbraio
incontro con gli alunni della scuola media”Neruda” e presentazione del libro di Lia Tagliacozzo Anni spezzati

ore 10.30
13 febbraio
incontro con gli studenti del liceo scientifico “Torricelli” e presentazione del libro di Anna Maria Casavola 7 ottobre 1943: la deportazione dei Carabinieri romani nei lager nazisti

Bibliocaffè letterario via Ostiense 95
Allestimento di una vetrina tematica

Casa del Parco via della Pineta Sacchetti 78
ore 16
28 gennaio
proiezione del film Storia di una ladra di libri

ore 10.30
martedì 3 febbraio
la Shoah spiegata da Lia Tagliacozzo, autrice di Anni spezzati

Casa delle Traduzioni via degli Avignonesi 32
ore 17.00 27 gennaio
proiezione in lingua originale con sottotitoli in italiano di Everything Is Illuminated (Ogni cosa è illuminata) di Liev Schreiber USA 2005, (106′), tratto dall’omonimo romanzo di Jonathan Safran Foer (Guanda, 2002).

Centrale Ragazzi via San Paolo alla Regola 15-18
ore 16.30, 27 gennaio
proiezione del film Storia di una ladra di libri
5 febbraio
Anna Foa presenta un estratto del suo libro Portico d‟Ottavia 13. Una casa del ghetto nel lungo inverno del ’43, (2013), adattato per i bambini dai 6 ai 10 anni e illustrato da Matteo Barton, Laterza 2015

Colli Portuensi viale dei Colli Portuensi 275
allestimento di una vetrina di libri e di altro materiale (DVD, articoli e bibliografie)

Ennio Flaiano via Monte Ruggero 39
dal 26 gennaio al 7 febbraio
Il nazionalsocialismo. Mostra di disegni a china di Carlo Capuano
I 12 disegni a china di Carlo Capuano, grafico e scrittore, che sono stati già presentati presso il Museo Storico della Liberazione di via Tasso, sono accompagnati da una vetrina tematica di libri e film sul tema della Shoah e sul nazismo. Capuano introduce la mostra con un suo breve scritto
storico.

Enzo Tortora via Nicola Zabaglia 27
allestimento di una vetrina tematica di libri e dvd
27 gennaio ore 16.30 proiezione del film La tregua di Francesco Rosi

Europea via Savoia 15
ore 10.00, 29 gennaio
Aldo Pavia (ANED Roma) incontra gli studenti della scuola “Falcone e Borsellino”di Roma allestimento di una vetrina tematica sulla memoria della deportazione e dello sterminio nazista

1 febbraio 2015
Ore 10.00
Giorno della Memoria a Formello (RM)
Programma completo
Sala Orsini di Palazzo Chigi – Piazza S.Lorenzo

2 febbraio 2015
Ore 20.00
Jewish Comnunity Center, Via Balbo 33
“Antisemitismo: Le parole per dirlo”
Il primo di una serie di eventi con la presenza di Rav Di Segni, Donatella Di Cesare, Valentina Colombo, Pierluigi Battista.

FIUMICINO

In occasione del Giorno della Memoria, martedì 27 gennaio 2015, il Comune di Fiumicino ha convocato un Consiglio straordinario, a partire dalle ore 10, al quale parteciperanno, oltre al sindaco Esterino Montino, all’assessore alla Cultura Daniela Poggi, all’assessore alla Scuola Paolo Calicchio e al Presidente del Consiglio comunale Michela Califano, anche il Presidente dell’Ass. culturale Ex alunni Umberto I Roma Maurizio Della Seta, l’autore del libro “Ora mai Più. Le leggi razziali spiegate ai bambini” Daniel Della Seta e l’attrice Iaia Forte, che leggerà un brano de “La Storia” di Elsa Morante sulla deportazione dal ghetto di Roma. Durante l’evento saranno proiettate delle immagini riguardanti testimonianze di ex alunni dell’Ass.Umberto I e si farà un collegamento con la direttrice dell’Ospedale Alyn di Gerusalemme. In aula saranno presenti gli alunni di 8 plessi scolastici di tutto il territorio, che leggeranno brani del libro.

FOTOGALLERY – 

Per tutti gli aggiornamenti, segui la pagina Facebook di Uozzart.

Leggi anche:

Domenica 25 gennaio si entra gratis nei Musei Vaticani

A Palazzo Braschi un secolo di storia del cinema attraverso l’arte dei grandi costumisti italiani

L’Italia dell’alta moda del dopoguerra è “Bellissima”

Hans Memling: la mostra delle Scuderie del Quirinale in 15 scatti

Body Worlds – The Cycle of Life: dal 16 ottobre la nuova “scandalosa” mostra a Roma – Fotogallery