Skip to content

I dieci siti Unesco italiani più popolari di sempre

Last Updated on 19/10/2021

Musement ha stilato una classifica dei 10 siti Unesco italiani più popolari di sempre. Da Piazza del Duomo a Pisa ai Sassi di Matera, passando dalla Costiera Amalfitana alle aree archeologiche di Pompei, Ercolano e Torre Annunziata…

Secondo la convenzione Unesco, sono 167 i paesi nel mondo in cui si trovano dei siti da considerarsi patrimonio mondiale. Ad oggi, l’Italia è il paese che ne detiene il maggior numero, con 58 siti riconosciuti. Di questi, 5 sono aree naturali e 8 sono paesaggi culturali, raccontando la diversità, la storia e la ricchezza culturale del nostro territorio. Ma quali tra questi siti sono i più popolari? Per rispondere alla domanda, Musement, la piattaforma digitale per scoprire e prenotare esperienze di viaggio in tutto il mondo, ha stilato una classifica dei 10 siti Unesco italiani più popolari di sempre.

Scopri tutti gli approfondimenti di Uozzart.com sui patrimoni Unesco

1. Piazza del Duomo a Pisa, 88.340 recensioni

La piazza simbolo di Pisa è composta da quattro monumenti, esempi eccellenti di architettura medievale: la Cattedrale, il Battistero, il Campanile (la famosa Torre di Pisa) e il Campo Santo (il cimitero). Proprio per la funzione religiosa di questi quattro edifici e per la bellezza di cui caricano la piazza, D’Annunzio, nel 1910, li soprannominò i “miracoli”. Patrimonio Mondiale dal 1987, Piazza del Duomo a Pisa (anche popolarmente conosciuta come “Piazza dei Miracoli”) è un colpo d’occhio unico nel suo genere, nonché meta obbligatoria per chi visita la città.

2. Palermo arabo-normanna e le cattedrali di Cefalù e Monreale, 61.205 recensioni

La Palermo arabo-normanna è composta da 9 siti dal valore storico e artistico inestimabile. Tra questi, spiccano per popolarità Palazzo dei Normanni con la meravigliosa Cappella Palatina, la maestosa Cattedrale di Palermo, le Cattedrali di Cefalù e Monreale. Questi meravigliosi monumenti sono il lascito di un’epoca eccezionale, caratterizzata dalla commistione di culture molto diverse fra loro. Il risultato è un nuovo concetto di arte e architettura, che lascia chi guarda a bocca aperta.

3. Costiera Amalfitana, 50.095 recensioni

Nella categoria paesaggi culturali, la Costiera Amalfitana ha sbaragliato la concorrenza. Questo Patrimonio Mondiale si estende per dodici comuni, inclusi Amalfi e Ravello, e include un patrimonio artistico-culturale estremamente diversificato. Le Ville Romane di Positano, l’oreficeria delle chiese, le cupole maiolicate di Vetri e le infinite meraviglie naturali, rendono la Costiera Amalfitana meta obbligatoria di chiunque ami viaggiare.

4. Residenze Sabaude, 50.037 recensioni

Fanno parte delle Residenze Sabaude 22 edifici totali, di cui 11 nel centro di Torino. Il sistema di abitazioni reali è stato concepito nel 1563 da Emanuele Filiberto e si compone di una “Zona di comando”, edifici direttamente collegati al potere sovrano, e una “Corona di delizie”, un sistema di ville extra-urbane per lo svago della corte. È proprio a questa zona che appartengono gli edifici più spettacolari, tra cui la Reggia di Venaria Reale e la Palazzina di Caccia di Stupinigi.

5. Aree archeologiche di Pompei, Ercolano e Torre Annunziata, 47.701 recensioni

Il 24 agosto del 79 d.C. il Vesuvio eruttò, travolgendo le ricche città romane di Pompei, Ercolano e numerose altre ville della zona. Grazie agli strati di fango vulcanico sotto cui queste città sono rimaste sepolte durante il corso dei secoli, questi siti archeologici sono splendidamente conservati e permettono a chi è in visita di fare un inedito tuffo nel passato. Fanno parte del sito la famosa Villa dei Misteri, la Villa dei Papiri e le Ville A e B di Torre Annunziata.

6. Portovenere, Cinque Terre e Isole (Palmaria, Tino e Tinetto), 40.385 recensioni

Un altro paesaggio culturale dal fascino inconfondibile, amato sia in Italia che all’estero. Le Cinque Terre sono uno splendido esempio di interazione armoniosa fra società e natura. Sebbene si abbia notizia dei primi insediamenti già in epoca preromana, è nel Medioevo che i borghi arroccati sulle montagne liguri si costituiscono con la formazione attuale. Oltre a Portovenere, fanno parte del sito Monterosso, Vernazza, Corniglia, Manarola, Riomaggiore e i tre isolotti al largo della costa.

7. Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano, con i siti archeologici di Paestum, Velia e la Certosa di Padula, 39.628 recensioni

Il Cilento ha una storia antichissima, i primi insediamenti infatti risalgono a 250.000 anni fa. Inoltre, grazie all’importanza naturalistica di questo territorio, il Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano è un paesaggio culturale dall’inestimabile valore. Le grotte carsiche, la conformazione geologica unica e particolare delle rocce, i siti archeologici dell’antica Grecia di Paestum e Velia, e il Complesso Monastico di San Lorenzo a Padula fanno di questo sito Unesco un luogo indimenticabile.

8. Il Palazzo reale del XVIII secolo di Caserta con il Parco, l’Acquedotto vanvitelliano e il Complesso di San Leucio, 35.568 recensioni

Questo grande complesso monumentale, opera del Vanvitelli, è il più grande palazzo reale d’Italia. Comunemente conosciuta come Reggia di Caserta, il palazzo è l’ultimo in Europa ad ispirarsi alla grandezza e maestosità di Versailles, con risultati che non hanno nulla da invidiare alla reggia francese. Si aggiungono al sito anche l’acquedotto, sempre ad opera di Vanvitelli, e il complesso di San Leucio, il sogno di Re Ferdinando di costituire una comunità autonoma ed egualitaria.

9. Area archeologica di Agrigento, 34.236 recensioni

L’Area Archeologica di Agrigento, comunemente nota come Valle dei Templi, testimonia la supremazia e la grandezza della città di Agrigento nell’antica Grecia. Il sito ci regala la possibilità di vedere numerosi templi dorici, conservati in modo eccezionale. Tra i templi più belli troviamo il Tempio di Eracle, il Tempio di Hera Lacinia e il Tempio della Concordia.

10. I Sassi e il Parco delle Chiese Rupestri di Matera, 33.002 recensioni

Dall’enorme valore culturale e antropologico, i famosi “sassi” di Matera testimoniano l’adattamento dell’uomo all’ambiente, costituendo un paesaggio unico. Queste abitazioni sono letteralmente delle grotte, scavate nelle rocce delle Murge. A completare la ricchezza di questo sito, si aggiunge il Parco delle Chiese Rupestri, che conta 150 chiese affrescate.

Appassionato di arte, teatro, cinema, libri, spettacolo e cultura? Segui le nostre pagine FacebookTwitterGoogle News e iscriviti alla nostra newsletter

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: