Skip to content

Il dipinto del 1925 – L’austero “Ritratto di mio padre” di Salvador Dalì

Last Updated on 29/09/2022

Ritratto di mio padre, nella parte destra dell’immagine, è un dipinto a olio su tela di 100 × 100 cm realizzato dal pittore spagnolo nel 1925. L’uomo ritratto è Salvador Dalí y Cusí, padre del pittore, con il quale quest’ultimo ebbe un rapporto complicato

Ritratto di mio padre, nella parte destra dell’immagine, è un dipinto a olio su tela di 100 × 100 cm realizzato nel 1925 dal pittore spagnolo Salvador Dalí, oggi conservato nel Museo nazionale d’arte della Catalogna di Barcellona.

Leggi gli altri articoli della rubrica “Il dipinto dell’anno” su Uozzart.com

Analisi dell’opera

L’uomo ritratto è Salvador Dalí y Cusí, padre del pittore, con il quale quest’ultimo ebbe sempre un rapporto complicato, a metà fra amore e risentimento, bisogno di ribellione del giovane e richiesta di attenzione di un genitore autorevole. A complicare il legame, anche la malvista relazione di Dalí con Gala e altri screzi familiari.

Il ritratto esprime la stessa complessità. Don Salvador tiene in mano una pipa ma appare tranquillo, d’un pezzo. Le sue mani sono possenti, il suo sguardo fermo, la sua espressione impassibile, i suoi tratti somatici duri. Tutto gira intorno a lui, con uno sfondo quasi annullato. Non c’è amore ma paura, non ci sono luci ma ombre.

Il precedente del 1920

Nell’immagine di copertina, nella parte sinistra, anche il “Ritratto di mio padre”, dipinto a olio su tela di 90,5 × 66 cm, realizzato tra il 1920 ed il 1921. È conservato nel Museo Dalí di Figueres.

Appassionato di arte, teatro, cinema, libri, spettacolo e cultura? Segui le nostre pagine FacebookTwitterGoogle News e iscriviti alla nostra newsletter.

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: