Gasometro: stasera Simona Patitucci, splendida voce della Sirenetta, in “Metti una sera al cinema”

Ultime settimane per Gasometro 2016, l’evento dell’estate capitolina, che ha proposto sinora una lunga serie di eventi legati alla cultura e allo spettacolo, alla musica e al teatro, al cinema e all’arte. Lo spazio di Riva Ostiense, aperto dalle 19 fino alle 4 del mattino, offrirà divertimento e cultura al grido di “Core d’Acciaio” sino al 17 settembre. Tutti gli appuntamenti, eccetto quelli teatrali, sono ad ingresso libero. L’organizzazione si avvale della direzione di Edoardo Frullini, Nico Di Crescenzo, Andrea Paolotti ed Emanuele D’Aniello per l’arte e di quella di Daniele Frullini per la musica.

Domenica 4 settembre ore 21.15 Simona Patitucci in “Metti una sera al Cinema”  di Gianfranco Vergoni. Al Pianoforte Mimmo Sessa. Proiezioni Pádraig Ò Broin. Regia Toni Fornari

Chi meglio di Simona Patitucci, nata e cresciuta in una famiglia di spettacolo, arte varia  e di cinema, per accompagnare il pubblico in un volo radente – e ridente! – attraverso cinquant’anni di cinematografia  rigorosamente made in Italy? Ma un momento: l’attenzione sarà concentrata non sulla visione, ma sull’ascolto. Le colonne sonore ci hanno regalato gioielli capaci di risplendere anche dopo che si è spenta l’ultima luce sullo schermo; canzoni straordinarie, a volte tenerissime, a volte bizzarre, a volte aventi una loro vita (e fortuna) propria, a volte indissolubilmente legate a quello specifico film, e al volto di divi, al servizio dei quali erano state composte.  Altri ingredienti preziosi di questa “ricetta” musicale:  le proiezioni ideate e realizzate da Pádraig Ò Broin ed il coordinamento registico affidato all’estro di Toni Fornari .

 Simona Patitucci,  poliedrica performer teatrale ed interprete di prestigiose colonne sonore cinematografiche  e  nota tra l’altro voce italiana del personaggio di Ariel, protagonista del film a cartoni animati  di Walt Disney   “ La Sirenetta “ da sempre innamorata di tutto ciò che è arte scenica, ha selezionato, a braccetto con il suo autore, GianfrancoVergoni, canzoni, storie e immagini, come una  cercatrice d’oro. Ed è pronta ad offrirle al pubblico, accompagnata al pianoforte (lo strumento che commentava la proiezione dei film muti, all’epoca degli albori della cinematografia) da un musicista di sopraffino,  ovvero il Maestro Mimmo Sessa. Altri ingredienti preziosi di questa “ricetta” musicale:  le proiezioni ideate e realizzate da Pádraig Ò Broin ed il coordinamento registico affidato all’estro di Toni Fornari.

Nel mese di settembre arrivano anche i seguenti spettacoli: “Verba volant”, jam session di improvvisazione teatrale (7/9) e la “La più meglio gioventù reloaded” con Francesco Montanari e Alessandro Bardani (13/9).

 Mercoledì 7 settembre ore 21.15. Verba volant: Jam session di improvvisazione teatrale.

Verbavolant, prima scuola a Roma di improvvisazione teatrale e compagnia professionista, propone la Jam Session di improvvisazione teatrale. Uno spettacolo di improvvisazione che più si adatta ad essere rappresentato in spazi aperti dove gli attori possono entrare in totale vicinanza con il pubblico. Gli improvvisatori traggono gli spunti narrativi proprio dai suggerimenti degli spettatori e il coinvolgimento del pubblico è totale.

Più di un’ora di storie, poesie, giochi di parole e irresistibili gag, tutto interamente creato sul momento, senza nessuna barriera tra pubblico ed attori. Un ritmo serrato ed adrenalinico, altamente coinvolgente e fortemente divertente ed allegro. Gli attori saranno i protagonisti di storie mai viste e assolutamente improvvisate: storie comiche, surreali, quotidiane, poetiche, musicali, che nascono solo da un piccolo spunto capace di influenzare le atmosfere e i ritmi di ogni improvvisazione

 Martedì 13 settembre ore 21.15 “ La più meglio gioventù reloaded” con Francesco Montanari e Alessandro Bardani. Regia Alessandro Bardani. Di Alessandro Bardani, Luigi Di Capua, Valerio Lundini, Francesco Montanari e Paola Pessot.

“La più meglio gioventù”, divertente spettacolo scritto, diretto e interpretato da Alessandro Bardani, in scena con Francesco Montanari. Previsti inoltre i cammei di due noti attori che interpretano se stessi: Giorgio Colangeli e Luigi Di Capua (membro del collettivo dei “The Pills”). Rappresenta il lato più leggero e dissacrante della scrittura di Bardani, con uno stile che si ispira a film come “Clerks” e “Coffee and cigarettes” e al teatro canzone di Gaber. Non mancano richiami a Woody Allen, Ben Stiller ma anche Pier Paolo Pasolini, Marco Tullio Giordana (“La meglio gioventù”) e a Samuel Beckett (“Aspettando Godot”). Infatti anche questo spettacolo prevede due personaggi che parlano, apparentemente a ruota libera, aspettando qualcosa o qualcuno che non arriva.

Sul palcoscenico interagiscono Francesco Montanari e Alessandro Bardani nel ruolo di due trentenni, Aurelio e Niccolò. Si ritrovano seduti allo stesso tavolino di un locale a scambiare opinioni sul mondo che li circonda, a esprimere e condividere ansie del tempo attuale, in un’atmosfera che vede mischiare sacro e profano. Con loro anche la band Deserto Rosso di Erika Savastani (voce e percussioni) e Danilo Pao (chitarra acustica). Al loro fianco sul palco anche il musicista e collaboratore Fernando Pantini, ad accompagnarli con la sua chitarra. La band intervalla ai dialoghi brani dal vivo del proprio repertorio. Battute fulminanti, sarcastiche, ironiche, frizzanti e emblematiche canzoni sono alla base della commedia.

Montanari e Bardani sono alla loro quinta collaborazione. Infatti hanno già recitato insieme nella serie tv “Romanzo Criminale”, nella sketch-comedy per Repubblica TV “Felici & Contenti – Pillole di Becchinaggio” (scritta da Bardani stesso e Fabio Morìci e diretta da Tiziano Russo), collaborato ancora nel cortometraggio pluripremiato “Ce l’hai un minuto?” e nello spettacolo teatrale campione di incassi “Il più bel secolo della mia vita” (in programma al Piccolo Eliseo nella prossima stagione teatrale) con Bardani impegnato come autore e regista e Montanari come co-+protagonista con Giorgio Colangeli.

 ALTRE INFORMAZIONI – La location si trova su Riva Tevere Ostiense: si accede da via del Porto Fluviale e dal Ponte della Scienza. L’ingresso è sempre libero e gratuito, eccetto per gli spettacoli teatrali, dalle 18:30 in poi. Ulteriori informazioni sulla relativa pagina Facebook.

PER TUTTI GLI AGGIORNAMENTI, SEGUI LA PAGINA FACEBOOK  (link qui) DI UOZZART

Leggi anche: