Arte per la Pace – Women and their Olive Trees: 3 giorni di eventi promossi dalle Donne Ebree di Italia

ADEI WIZO, Associazione delle Donne Ebree di Italia, federazione italiana della WIZO, Women’s International Zionist Organization promuove tre giornate di appuntamenti culturali a Roma.

LA MOSTRA – Si inizia oggi, domenica 18 ottobre alle ore 18.00 presso la Sala Margana, piazza Margana 41, con l’inaugurazione della mostra “Arte per la Pace – Women and their Olive Trees”: trentacinque donne ebree, musulmane, cristiane e circasse nel laboratorio del Centro WIZO di Afula hanno ritratto alberi di ulivo per veicolare la propria cultura e religione ma anche speranze di pace, dimostrando che la comune passione per l’arte può aiutare a sviluppare sentimenti di condivisione e amicizia. Non a caso, oltre ad essere protagonista dei paesaggi e della storia di Israele, l’ulivo incarna i valori più alti nella Torah, nella Bibbia e nel Corano.

La mostra curata da Sheila Dvore Casdi fa parte di un progetto più ampio nato nel centro WIZO di Afula in Israele per favorire le relazioni interpersonali tra ebrei e non ebrei che vivono nello stesso luogo e conducono vite simili. Ester Silvana Israel, Presidente ADEI WIZO Italy aggiunge “Abbiamo accolto con entusiasmo questo progetto che le federazioni WIZO Europee hanno trasformato in una mostra itinerante che attraverserà 9 paesi europei e che ben rappresenta l’impegno quotidiano della WIZO in campo sociale ed educativo”. La mostra .arriva a Roma dopo essere stata a Milano presentata dal Padiglione di Israele a EXPO 2015.

IL PREMIO LETTERARIO – Lunedì 19 alle ore 17.00 l’appuntamento è con la Cerimonia di premiazione della XV edizione del Premio Letterario ADEI-WIZO Adelina Della Pergola, Sala Pietro da Cortona, Musei Capitolini, Piazza del Campidoglio 1. Darà il via all’appuntamento la Lectio magistralis Lingua e Identità della Prof.ssa Donatella Di Cesare. Presente e intervistata da Laura Ballio, già giornalista del Corriere della Sera, la vincitrice con il romanzo Forse Esther (Adelphi) Katja Petrowskaja. Il Premio intitolato ad Adelina Della Pergola è stato istituito nel 2000 per far conoscere al grande pubblico le molteplici realtà del mondo ebraico, nella consapevolezza che la conoscenza può aiutare a superare gli stereotipi e facilitare il dialogo. Nel medesimo contesto sarà premiato il romanzo Il braccialetto (edizioni e/o) di Lia Levi vincitrice della sezione Premio Ragazzi.

Foto Gruppo

GLI ALTRI APPUNTAMENTI – Il programma relativo al Premio Letterario continua martedì 20 ottobre con l’appuntamento dedicato al Premio Ragazzi al Convitto Nazionale Vittorio Emanuele II dove avrà luogo il tradizionale incontro con gli autori e gli studenti della Giuria ragazzi. Quest’anno presente la vincitrice con il romanzo Il braccialetto (edizioni e/o) Lia Levi. Conduce l’incontro Sira Fatucci coordinatrice per l’UCEI della Giornata Europea della Cultura Ebraica. Interviene Rav Benedetto Carucci. La sezione Premio Ragazzi nasce nel 2002: la Giuria selezionatrice del Premio Letterario sceglie due opere da sottoporre al giudizio di una Giuria composta da studenti di venti scuole superiori Italiane.

Ad arricchire la tre giorni ci sono poi gli appuntamenti che ADEI-WIZO ha organizzato in collaborazione con Beresheet LaShalom Foundation, fondata e animata da Angelica Edna Calò Livnè. Domenica 18 alle ore 20.30 spettacolo “Beresheet – In principio” presso il Palazzo della Cultura, piazza Portico d’Ottavia 1, in replica per gli studenti della Giuria Ragazzi il martedì presso il Convitto nazionale. Lunedì mattina invece Workshop e spettacolo per gli studenti al liceo Margagni. “Beresheet – In principio” spettacolo di Teatro-Danza esprime il valore del dialogo e dell’incontro e racconta del bisogno profondo di pace di chi conosce la guerra in prima persona.

PER TUTTI GLI AGGIORNAMENTI, SEGUI LA PAGINA FACEBOOK DI UOZZART

Leggi anche: