Skip to content

Intervista a Giusy Guerriero: “L’arte è comunicazione”

Guerriero Giusy nasce ad Avellino nel 1987. Diplomata al Liceo Scientifico e successivamente alla triennale all’Accademia di Belle Arti di Roma, indirizzo Pittura nel 2013. Ma il suo bisogno di arte l’ha portata ben oltre. Nell’anno successivo, infatti, frequenta la Facultad de Bellas Artes de Sevilla, in Spagna. Arrivando ad approfondire nuove tecniche.

Ha partecipato a numerose mostre personali e collettive in Italia. E collaborato come assistente di Walid Raad e Felix Schramm per conto della Fondazione Volume. Si è avvicinata nel 2017 al mondo della Street Art, ha partecipato a progetti di decorazione urbana e Festival. Sino a metà febbraio una sua opera è in mostra presso Il Margutta Veggy Food & Art, in occasione della grande collettiva “Il Fantastico mondo di OoZ”.

Tre domande a GiuSy

Qual è stato il preciso momento in cui ti sei sentita, anche se a livello primordiale, artista?

Non c’è stato un momento in particolare in cui mi sentissi artista, ho iniziato a sentirmi libera di esprimermi durante i primi anni dell’Accademia.

GiuSy, da cosa (o da chi) trai spunto per la tua arte?

L’arte in generale per me nasce dal bisogno naturale dell’uomo di esprimersi, ed è solo un’altra forma di comunicazione. Traggo spunto da diversi artisti di riferimento, i principali sono la pittura caravaggesca e a quella accademica (David, Rubens, Alma Tadema, Godward, Lefebvre, Bouguereau, Mucha ecc.).

Le opere che ti rappresentano di più.

Le opere che vi mostro mi rappresentano perché sono parte delle tante sfaccettature del mio carattere e della mia arte.

PER TUTTI GLI AGGIORNAMENTI, SEGUI LA PAGINA FACEBOOK DI UOZZART

3 Comments »

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

it_ITItalian
it_ITItalian
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: