Skip to content

Domenica 3 novembre, i musei Civici gratis: le mostre da non perdere

Dai Fori Imperiali a Canova, dalla Galleria d’Arte Moderna al Museo di Roma in Trastevere: ecco gli appuntamenti artistici gratuiti di domenica…

Il 3 novembre, prima domenica del mese, ingresso gratuito nei Musei Civici per i residenti a Roma e nella Città Metropolitana. L’iniziativa è promossa da Roma Capitale, Assessorato alla Crescita culturale – Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali.

Forum Pass. Alla scoperta dei Fori

Aperto al pubblico gratuitamente anche “Forum Pass. Alla scoperta dei Fori”, il percorso unificato  dell’area archeologica Foro Romano-Palatino e Fori Imperiali alla quale si può accedere attraverso cinque ingressi. Quattro del Parco Archeologico del Colosseo (largo Corrado Ricci, via Sacra in prossimità dell’arco di Tito, via di San Gregorio, via del Tulliano di fronte al carcere Mamertino) e uno della Sovrintendenza Capitolina (piazza della Madonna di Loreto, vicino alla Colonna Traiana). L’orario di apertura al pubblico è 8.30-16.30 (ultimo ingresso 15.30).

Museo di Roma, Musei Capitolini e Centrale Montemartini

È possibile visitare gratuitamente le numerose e interessanti esposizioni in corso, ad eccezione della mostra Canova. Eterna bellezza al Museo di Roma, nella quale è consentito l’ingresso con biglietto ridotto solo ai possessori della MIC Card.

Luca Signorelli e Roma. Oblio e riscoperte è la splendida esposizione ai Musei Capitolini, nelle sale di Palazzo Caffarelli, omaggio a uno dei più grandi protagonisti del Rinascimento italiano con una selezione di opere di grande prestigio provenienti da collezioni italiane e straniere. Nelle sale al piano terra di Palazzo dei Conservatori continua L’Arte Ritrovata, un mosaico di testimonianze archeologiche e storico artistiche, dall’VIII secolo a.C. all’età moderna, altamente simbolico e rappresentativo della pluridecennale azione di salvaguardia operata dall’Arma dei Carabinieri.

Alla Centrale Montemartini due importanti mostre di argomento diverso.Colori degli Etruschi. Tesori di terracotta propone una straordinaria selezione di lastre parietali figurate e decorazioni architettoniche a stampo in terracotta policroma, provenienti dal territorio di Cerveteri (l’antica città di Caere) e in parte inedite. Sono esposti reperti archeologici di fondamentale importanza per la storia della pittura etrusca, recentemente rientrati in Italia grazie a un’operazione di contrasto del traffico illegale.

Tra gli eventi del 3 novembre, anche ACEA e Roma, Galleria d’Arte Moderna, Museo di Roma in Trastevere

In corso inoltre 110 anni di luce. ACEA e ROMA, un’esposizione che celebra l’importante ricorrenza dei centodieci anni di vita ed attività dell’Azienda Comunale Energia e Ambiente, nata nel 1909.

Alla Galleria d’Arte Moderna prosegue fino al 10 novembre Donne. Corpo e immagine tra simbolo e rivoluzione, riflessione sulla figura femminile attraverso artisti di diverse correnti artistiche e temperie culturali tra fine Ottocento, lungo tutto il Novecento e fino ai giorni nostri. Inoltre, nel chiostro della Galleria, Wechselspiel, le installazioni di Paolo Bielli e Susanne Kessler costituiscono un doppio percorso che si collega sia alla mostra Donne sia alle sculture del chiostro.

Al Museo di Roma in Trastevere inaugura Taccuini romani. Vedute di Diego Angeli – Visioni di Simona Filippini con l’esposizione della serie di 76 piccoli dipinti a olio su carta, cartone e legno, eseguiti fra il 1885 e il 1936. Un corpus di grande interesse delle collezioni del Museo. Proseguono inoltre, fino al 24 novembre, 1989: Rivoluzione di Velluto, alcuni scatti iconici eseguiti da quindici tra i migliori fotografi cechi. Questi documentano i momenti salienti della storia recente cecoslovacca, quando finì la quarantennale dittatura comunista. Poi c’è PHOTO IILA – XI edizione Premio IILA-FOTOGRAFIA, che espone i progetti della vincitrice e delle finaliste del premio dedicato a fotografi latinoamericani under 35 realizzato in collaborazione con i Paesi latinoamericani membri dell’IILA.

Al Museo di Scultura Antica Giovanni BarraccoIl Leone e la Montagna presenta reperti provenienti dalla Missione Archeologica Italiana in Sudan, attiva da quasi 50 anni nel sito del Jebel Barkal, patrimonio mondiale Unesco.

Scopri le mostre di Roma su Uozzart.com

Musei di Villa Torlonia, Casina delle Civette, Museo Carlo Bilotti di Villa Borghese e Museo delle Mura

Tre mostre da visitare nei musei di Villa Torlonia. Al Casino dei Principi Luigi Boille. Luoghi di luce, scrittura del silenzio, curata da Claudia Terenzi e Bruno Aller, con il sostegno dell’Archivio Luigi Boille. Una panoramica di più di ottanta opere che raccontano il percorso artistico del Maestro dal 1958 al 2015. Al Casino Nobile, Rifrazioni dell’Antico, l’opera di Sergio Monari incontra l’architettura del Casino e la collezione d’arte della famiglia.

In Il Giardino delle meraviglie. Opere dell’artista Garth Speight, lo spirito del giardino della Casina delle Civette si materializza in 50 dipinti in acrilico. Grande protagonista è la Natura tra uccelli acquatici, ninfee, iris bianchi e blu, fiori di campo, boschi di betulle e crisantemi. Sempre alla Casina delle Civette è in corso Maria Paola Ranfi. Gioiello intimo colloquio, un’antologica dell’artista Maria Paola Ranfi orafa e scultrice, selezione di oltre 60 esemplari tra gioielli e sculture realizzati a cera persa in oro, bronzo, argento e con pietre preziose dai tagli rari e particolarissimi.

Al Museo Carlo Bilotti di Villa Borghese la mostra Frank Holliday in Rome propone 36 opere dipinte nello studio vicino a piazza Navona dove Holliday ha lavorato alacremente avendo come ispirazione le opere dei maestri della storia dell’arte. Il percorso espositivo comprende anche la proiezione del film inedito di Anney Bonney “Roman Holliday”.

Il Museo delle Mura ospita fino al 10 novembre Non farmi Muro! una selezione di oltre 40 fotografie che mettono in luce i cambiamenti storici che hanno coinvolto la città di Berlino dal 1989 ad oggi.

MIC, la card per l’ingresso illimitato

Con la MIC – la card che al costo di 5 euro permette l’ingresso illimitato negli spazi del Sistema dei Musei Civici di Roma per 12 mesi per chi risiede o studia a Roma – sono gratuite le visite e le attività didattiche che rientrano nel biglietto d’ingresso al museo a cura dei funzionari della Sovrintendenza Capitolina, mentre non sono comprese le mostre al Museo di Roma a Palazzo Braschi e al Museo dell’Ara Pacis.

Appassionati di arte, teatro, cinema, architettura, libri, spettacolo e cultura? Segui le nostre pagine Facebook, Twitter e Google News

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: