Skip to content

Il dipinto del 1950: Lavender Mist Number 1 e l’impronta della mano di Jackson Pollock

Lavender Mist Number 1 è un dipinto realizzato nel 1950 dal pittore Jackson Pollock. Conservato nel National Gallery di Washington, inizialmente si chiamava semplicemente Number 1...

Lavender Mist Number 1 è un dipinto (221×175 cm) realizzato nel 1950 dal pittore Jackson Pollock. Conservato nel National Gallery di Washington, inizialmente si chiamava Number 1.

Leggi gli altri articoli della rubrica “Il dipinto dell’anno” su Uozzart.com

Il dipinto contiene l’impronta della mano di Pollock

Conservato nel National Gallery di Washington, inizialmente si chiamava Number 1. Fu Clement Greenberg, critico d’arte statunitense, a suggerirgli di intitolarlo Lavender Mist. Proprio per la prevalenza delle sfumature lavanda. Il dipinto contiene, inoltre, l’impronta della mano di Pollock.

Pollock e il drip painting

Paul Jackson Pollock (Cody, 28 gennaio 1912 – Long Island, 11 agosto 1956) è stato un pittore statunitense, considerato uno dei maggiori rappresentanti dell’espressionismo astratto o action painting. La principale tecnica di pittura di Pollock è il “drip painting”, uno stile che si diffuse tra gli anni Quaranta e Sessanta del Novecento, è un modo di dipingere in cui il colore viene fatto sgocciolare (to drip, in inglese) spontaneamente, lanciato o macchiato sulle tele. L’opera che ne risulta enfatizza l’atto fisico della pittura stessa. Pollock compie l’opera con procedimenti automatici, gesti incondizionati e spontanei, come i surrealisti. Utilizzava degli smalti industriali molto economici la cui marca “Duco” divenne poi anche famosa e molto usata.

Appassionati di arte, teatro, cinema, architettura, libri, spettacolo e cultura? Segui le nostre pagine FacebookTwitter e Google News

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: